Live Sicilia

LA DELEGAZIONE UE SUL CARA DI SALINAGRANDE

Acqua fredda nelle docce e niente porte
Rosario Crocetta: "E' un lager"


VOTA
0/5
0 voti

crocetta, delegazione ue, Salinagrande, sicilia, trapani, Cronaca, Trapani
Un lager, con i bagni senza porte, manca l'acqua calda e le stanze come dormitori con la gente ammassata sui letti. E' quanto riferiscono alcuni componenti della delegazione di parlamentari europei che ha visitato il centro d'accoglienza per migranti di Salinagrande a Trapani. Rosario Crocetta, europarlamentare del Pd, non usa mezzi termini: ''E' un vero e proprio lager. Il governo deve intervenire al piu' presto, perche' e' una situazione intollerabile''.

''E' assurdo andare a fare i proprio bisogni senza le porte - accusa Crocetta - lo scarico dei water non funziona e l'assistenza sanitaria lascia a desiderare''. Cita poi un episodio: ''Ho visto un giovane pakistano con la mano fratturata dal 15 ottobre, ha avuto l'appuntamento per la radiografia solo per il 29 novembre. Nel frattempo la frattura si e' calcificata per sempre. Stiamo parlando di persone''. Riferendosi al centro di Trapani parla di ''difficolta' a tutelare la dignita' umana'' anche Cecilia Wikstrom, europeputata svedese e capo della delegazione che a Palermo ha fatto il punto dopo la visita di due giorni in diversi centri d'accoglienza e Cie siciliani.

Di diverso avviso Salvatore Iacolino, eurodeputato Ppe: "Non e' affatto un lager, le condizioni potrebbero essere certamente migliori, ma la loro dignita' viene tutelata''. Al momento i profughi richiedenti asilo ospitati nel Cara di Trapani sono 233. Migliore, secondo Crocetta, e' la situazione nel centro di identificazione ed espulsione di Trapani dove si trovano 187 persone. ''A confronto del Cara e' un albergo a cinque stelle'', afferma l'eurodeputato del Pd.