Live Sicilia

Palermo 2012

Marianna Caronia in camper:
"Mi candido? Lo diranno i cittadini"



caronia, marianna caronia, speciale palermo 2012, Palermo, Politica
Marianna Caronia è salita sul camper, direzione Villa Niscemi. Ma a guidarlo, non ci sarà nessun esponente del Pid, il suo partito.
Il deputato regionale della forza politica che fa riferimento all'ex ministro Saverio Romano ha deciso di “scendere in campo”. “Ma la mia, oggi – precisa – non è ancora una candidatura”.
Già, prima di poter parlare della Caronia come un nuovo candidato ufficiale alla corsa per la poltrona di primo cittadino, infatti, bisognerà aspettare ancora qualche settimana. “Ho ricevuto degli input – ha spiegato il deputato – da molte persone, appartenenti alla società civile e non solo. Ma io vorrei che la mia eventuale candidatura passi attraverso la gente, i cittadini”. Per questo motivo, per due mesi, Marianna Caronia girerà a bordo di un camper con due urne al seguito. “In una di queste raccoglierò, in maniera assolutamente anonima, le preferenze delle persone sulla proposta della mia candidatura a sindaco. Basterà segnare la casella del sì o del no. Nell'altra urna, invece, i cittadini potranno suggerire temi e argomenti che potrebbero far parte del mio programma”.

Il programma di quella che appare come l'embrione di una “lista personale”, e comunque sganciata dal suo partito di riferimento. “Non credo – ha precisato la Caronia – che io dovessi in qualche modo chiedere autorizzazioni al mio partito. Ho solo comunicato ai miei colleghi del Pid la mia intenzione”. Ma con quel partito, Marianna Caronia è stata vicesindaco di Palermo e attualmente occupa uno scranno a Sala d'Ercole. “Ma i rapporti sono assolutamente sereni – ha spiegato – del resto, quando io decisi di lasciare la giunta Cammarata, il mio partito ha scelto di restare al governo.  Nel Pid, quindi, come vede, c'è molta libertà”.
E d'altra parte, spiega la Caronia “le elezioni amministrative non hanno un sapore prettamente politico. Sono amministrative, appunto, e contano le cose da fare per la città”.

Su questo punto, il deputato sembra avere le idee molto chiare. “La mia azione politica – ha spiegato – è sempre stata contraddistinta da alcuni temi-chiave: penso all'ambiente o all'infanzia. Proprio riguardo a quest'ultimo argomento, posso anticipare che, se diventassi il sindaco di Palermo creerei un assessorato all'infanzia, oltre a quello che immagino come un 'assessorato H' dedicato ai portatori di handicap”. Ma non solo. “Credo che un tema fondamentale per la città, oggi, sia quello della sicurezza, quindi potenzierei ad esempio la distribuzione delle telecamere per monitorare meglio il territorio. Anche in questo caso prevedo l'istituzione di un assessorato che si occupi in maniera specifica di questo tema”.

Intanto, però, c'è da pensare anche alla situazione economica del Comune che non appare in salute. “Sto già studiando in maniera approfondita – ha detto la Caronia – il bilancio del Comune. È giusto che i cittadini sappiano nel dettaglio come vengono spesi i soldi. Penso ad esempio, che milioni di euro vengono stanziati oggi per coprire debiti fuori bilancio Se mi accorgessi che l'Ente va verso il dissesto, da sindaco agirei di conseguenza sia sul piano patrimoniale che politico”.
Insomma, le idee sono chiare ed è tutto pronto. Anche “sette slogan” che scandiranno il piano di comunicazione in vista di questa “pre-consultazione popolare” (“visto che oggi di primarie non se ne fanno più da nessuna parte”, la frecciata della Caronia). I cittadini potranno seguire l'attività del deputato anche su Facebook e Twitter. Oltre che sul sito di Marianna Caronia, dove potranno essere monitorati gli spostamenti del camper. Che è già acceso, e si dirige verso Villa Niscemi. Senza il Pid.