Live Sicilia

TRATTATIVA

Sentito l'ex ministro Scotti


VOTA
0/5
0 voti

trattativa, vincenzo scotti, Cronaca, Le brevi, Palermo
L'ex ministro dell'Interno, Vincenzo Scotti, viene interrogato in queste ore dai pm di Palermo che indagano sulla trattativa tra lo Stato e la mafia. All'interrogatorio, che si svolge al Palazzo di Giustizia, sono presenti il procuratore aggiunto Antonio Ingroia e il pm Nino Di Matteo.
Scotti è stato ministro dell'Interno dal 16 ottobre del 1990 al 28 giugno del 1992 e successivamente è passato al Dicastero degli Esteri. Al suo posto al Viminale, subentrò Antonio Mancino. La testimonianza dell'ex politico Dc potrebbe essere decisiva nel ricostruire la prima fase della trattativa che, secondo i pm, proprio a fine giugno del '92 sarebbe entrata nel clou con la consegna del papello di Toto' Riina ai Carabinieri del Ros di Mario Mori. L'attività istruttoria dei magistrati palermitani proseguirà oggi con l'interrogatorio di Giuseppe La Greca, ex capo di Gabinetto del ministro della Giustizia Giovanni Conso, altro personaggio chiave della trattativa. Sotto il suo dicastero lo Stato fece scadere il carcere duro per oltre 300 mafiosi. Secondo indiscrezioni i pm sentiranno prossimamente anche Mancino e Conso che, però, avrebbe chiesto di essere interrogati a Roma.