Live Sicilia

Uffici, disinfestazione e ponte

Caccia grossa al ratto
E gli impiegati ballano



disinfestazione, uffici, Cronaca, Palermo
Un'epidemia? Un'invasione che ricorda quella mitica delle cavallette? Così parrebbe. Gli uffici regionali sarebbero invasi dagli insetti, e qualcuno anche dai topi. Una vera e propria emergenza, almeno stando al calendario delle disinfestazioni degli uffici regionali siciliani. Singolarmente, il derattizzatore e il disinfestatore opereranno il 9 dicembre, a cavallo tra la festa dell'Immacolata e il sabato. Sarà un caso? In quel giorno saranno ventuno i portoni chiusi.

Per disinfestazione dei locali chiuderanno ad Agrigento il Nucleo operativo provinciale e l'Ispettorato ripartimentale delle foreste, sotto l'assessorato regionale dei Beni culturali chiuderanno gli uffici del Parco archeologico e paesaggistico della Valle dei Templi, sotto l'assessorato regionale delle Risorse agricole e alimentari l'Ufficio Provinciale, Il Servizio turistico e il Centro per l'impiego mentre nella provincia, a Ribera, chiuderà la Condotta agraria. E ancora: a Ragusa chiuderà l'ufficio del Servizio turistico regionale. Spostandoci nel capoluogo siciliano, verranno disinfestati i locali della Biblioteca della Regione siciliana, la Soprintendenza per i beni culturali ed ambientali di Palermo in via Calvi e in via Siracusa, ma anche l'ispettorato ripartimentale delle foreste di Palermo e il Dipartimento Azienda regionale foreste demaniali.

Nel nisseno resteranno a casa gli impiegati dell'Ispettorato dipartimentale delle foreste di Caltanissetta, mentre a Catania chiuderanno gli uffici del Distretto minerario in via Magrì e in via La Rena, e quelli di via Sturzo, sede della Soprintendenza per i beni culturali e ambientali, dove verrà effettuata anche una deblattizzazione. Per i locali della Soprintendenza ai beni cultuali di Caltanissetta (4 sedi) e Trapani, infine, è stata invece richiesta l'attività di derattizzazione. Un'emergenza. Uno sterminio annunciato di insetti e di ratti. Sarà così? Se siete topi, comunque, non uscite di casa.