Live Sicilia

PALERMO

Nuovi autobus e lotta allo smog
Pergolizzi: "Così cambia la città"



ambiente, comune, palermo, pergolizzi, Palermo, Politica
Palermo alla stregua di Milano e Roma e nuova protagonista nell'ambito del rispetto dell'ambiente. Aria più pulita e potenziamento del trasporto pubblico in città. Così Michele Pergolizzi, assessore all'Ambiente del comune di Palermo, vede il capoluogo siciliano grazie al piano per il miglioramento della qualità dell'aria nelle aree urbane e per il potenziamento del trasporto pubblico nella città di Palermo approvato il 30 dicembre scorso dalla giunta comunale.

“Il piano – spiega Pergolizzi - prevede la sostituzione di mezzi inquinanti della flotta comunale con altri a basse emissioni attraverso l'acquisto di 31 autoveicoli e autocarri bi-fuel con alimentazione a metano e benzina o elettrici; la realizzazione di una stazione di distribuzione del gas metano nel parcheggio di Viale Francia sia per gli autobus dell'Amat che per le auto dell'amministrazione comunale e dei privati cittadini e il potenziamento dell'esistente stazione di rifornimento del metano per gli autobus presso il deposito Amat di via Roccazzo. Inoltre, è previsto l'acquisto di 18 autobus ecologici a metano o Euro 5 a bassissima emissione di inquinanti, completi di impianto di climatizzazione e videosorveglianza per la sicurezza dei passeggeri”.

Progetti ambiziosi, che riguardano anche altri aspetti della viabilità come i circa cinque chilometri di cordoli a protezione delle corsie preferenziali degli autobus, che comporteranno una riduzione dei tempi di percorrenza dei bus del trasporto pubblico, e il potenziamento dell'esistente sistema di car sharing attraverso l'acquisto di veicoli a metano ed elettrici a due e a quattro ruote e di biciclette di tipo tradizionale. I mezzi saranno ricaricati anche con pensiline elettriche di potenza di picco pari a 1,5 kw circa: il progetto tecnologico prevede nello specifico 10 pensiline fotovoltaiche con illuminazione Led; 20 cicloposteggi attrezzati per il bike sharing; 24 citycar elettriche tipo utilitaria; 100 biciclette tradizionali, 100 elettriche; 10 scooter elettrici; 56 auto a metano e, infine, 40 aree attrezzate per il parcheggio delle auto in car sharing in diverse zone della città.

“Inoltre – continua l'assessore - amplieremo il sistema di videosorveglianza che consentirà un maggiore controllo delle zone a traffico limitato con particolare riguardo alle corsie preferenziali degli autobus. Il sistema si integrerà perfettamente con il sistema già implementato nella Ztl. La centrale operativa della Polizia Municipale verrà ampliata con altri videoterminali che consentiranno di controllare i flussi di traffico in vaste aree della città. È prevista anche l'installazione di 54 telecamere”. La somma complessiva destinata a queste iniziative ammonta a circa dieci milioni di euro, in parte del ministero e in parte investiti dal comune e dalle società partecipate.

“Questo piano – conclude Pergolizzi - che ingloba i contenuti del Piano urbano del traffico, si inscrive all'interno di un ampio quadro di iniziative portate avanti dall'amministrazione comunale. Tra queste ricordiamo l'approvazione del Piano Regolatore del Porto che prevede il trasferimento del traffico merci da Palermo a Termini Imerese; l'adesione al Patto dei Sindaci per l'energia sostenibile; la realizzazione delle opere infrastrutturali relative ai trasporti pubblici di massa (tram e metropolitana pesante); l'informatizzazione del bollino blu in convenzione con Unicredit per il controllo dei gas di scarico che ha già permesso di incassare 40.000 euro; l’imminente approvazione del Piano d'uso del demanio marittimo; il servizio di car sharing in funzione dal marzo del 2009 a cura dell’Amat e il piano per il controllo termico delle caldaie alimentate a metano affidato ad Amg”.