Live Sicilia

Gratuito patrocinio

Il boss Virga? Paga lo Stato...


VOTA
1/5
1 voto

boss, lo stato, virga vincenzo, Cronaca, Trapani
Vincenzo Virga, il capomafia ritenuto il mandante dell'omicidio di Mauro Rostagno, non ha problemi di spese legali, paga tutto lo Stato. Prima di finire in manette Virga è stato abilissimo nel turbare le aste per gli appalti pubblici nel trapanese ed è riuscito a mantenere contatti importanti per il riciclaggio del denaro sporco. E adesso, strano ma vero, dichiara di essere diventato povero. Nessun problema se consideriamo che la legge consente ancora che i padrini del gotha di Cosa Nostra possano dichiararsi poveri in canna e che peraltro concede ai non abbienti il gratuito patrocinio. Patrocinio che a Virga è stato concesso dai giudici della corte d'Assise di Trapani.

Immediate le polemiche all'ultima beffa dell'antimafia. "Siamo davvero al paradosso. Mentre lo Stato sostiene le spese legali di uno dei mafiosi più potenti di Trapani, le parti civili sono costrette a sobbarcarsi sacrifici enormi per presenziare alle udienze" Questo è quanto è stato dichiarato a Repubblica da Fabio Lanfranca che nel processo Rostagno rappresenta la sorella del giornalista ucciso nel 1988.

E sul sistema del gratuito patrocinio concesso ai capimafia ha da dire anche Gaetano Paci, che nel processo Rostagno rappresenta la pubblica accusa assieme ai colleghi Antonio Ingroia e Francesco Del Bene. Secondo il sostituto procuratore, infatti, il problema andrebbe affrontato a partire dal sistema dei controlli che andrebbe modificato dalla legge. "I giudici non dovrebbero verificare soltanto la situazione del singolo, ma di tutto il suo gruppo mafioso di riferimento. Perchè spesso, i prestanome del clan sono ancora in libertà e su questi le indagini patrimoniali proseguono. I giudici dovrebbero accertare dunque i collegamenti che il capomafia imputato continua a mantenere con il suo territorio".