Live Sicilia

Armao. Guerra tra Governo e Commissario

"Una censura artificiosa"



, Palermo, Politica
"Le censure mosse dal Commissario dello Stato sulla norma che integra la dotazione finanziaria per 70 milioni del Credito d'imposta per gli investimenti, dopo l'ampio successo dell'iniziativa (presentate oltre 915 istanze per 600 milioni di investimenti) sono artificiose e prive di fondamento". L'assessore regionale per l'Economia, Gaetano Armao, commenta così l'impugnativa operata dal Commissario dello Stato della norma sul Credito d'imposta. "Le attese e gli impegni di oltre 500 imprese vengono così vanificati, - aggiunge - inibendo lo sviluppo, mentre a Roma si ipotizzano misure per la crescita del Paese che in Sicilia sono già praticabili".

"La posta di bilancio alla quale si è ricorsi per dare copertura finanziaria alla norma impugnata - spiega l'assessore - è assolutamente identica a quella su cui si sono rinvenuti i 120 milioni che ad agosto scorso hanno finanziato il credito d'imposta" "Se il governo nazionale - dice l'assessore - vuole puntare sulla crescita del sud, inizia col piede sbagliato. I dati definitivi sulle istanze presentate per il Credito d'imposta dimostrano quanto interesse e quante attese vi siano tra gli imprenditori, siciliani e non".

(Fonte ANSA)