Live Sicilia

Il chiarimento di Lupo (Pd)

"Referendum, voterò
per il sostegno a Lombardo"



giuseppe lupo, pd, raffaele lombardo, Palermo, Politica
Il governo politico "si può fare, ma solo dopo le elezioni. Un esecutivo sostenuto da una coalizione allargata, composta dai progressisti, nessuno, escluso, dai moderati e dagli autonomisti. Farlo prima significherebbe compiere un ribaltone e noi siamo contrari". Punta i piedi il segretario del Pd siciliano,
Giuseppe Lupo, davanti al pressing del governatore Raffaele Lombardo, dell'Udc, ma anche di una parte consistente del partito che fa riferimento al capogruppo all'Assemblea regionale Antonello Cracolici, il quale intende superare l'attuale fase della giunta tecnica che conta sul sostegno di Pd, Mpa, Fli, Api e la formazione Alleati per la Sicilia, con l'Udc che si è recentemente defilato.

Dice Lupo che "il segretario dell'Udc D'Alia, in realtà, non mi ha detto che punta al governo politico. Non ne fa una questione di poltrone, ma di contenuti dell'azione di governo che deve essere più incisiva in direzione degli obiettivi dello sviluppo e del lavoro". Il Pd, sottolinea l'esponente bersaniano, "a Roma come a Palermo sostiene un governo tecnico. Un governo politico, che penso fondato su un'alleanza larga, può avere una legittimazione democratica solo dal voto".

Subito il referendum. Lupo: "Sostegno a Lombardo"
"Prima facciamo il referendum nel Pd e meglio è". Lo ha ribadito il segretario regionale del Pd siciliano Giuseppe Lupo parlando con i giornalisti a margine della commemorazione di Pier Santi Mattarella a Palermo. Proprio ieri il Pd aveva annunciato di indire la consultazione sul sì o no al Governo Lombardo il 5 febbraio, anche se poi in serata si era registrato un dietrofront. "Sono favorevole a fare un'ampia consultazione democratica il prima possibile - ha spiegato Lupo - compatibilmente con i tempi tecnici. Bisognerà consentire ai nostri elettori siciliani la partecipazione al voto. La consultazione deve prevedere anche un momento con confronto di approfondimento, di discussione politica". Per Lupo sono "necessari" dei chiarimenti, per "una discussione vera con la nostra base dando ai nostri iscritti la possibilità di confrontarsi".

Lupo ha aggiunto: "Al referendum voterò sì per il sostegno a Lombardo. Qualcuno pensa che la consultazione sia contro di lui, ma non è così. Sarà una consultazione capillare, un momento di partecipazione reale fra gli iscritti e gli elettori del Pd in Sicilia che dovranno decidere sulla linea politica e sulle alleanze". Il governatore, però, sottolinea Lupo, deve "concordare le scelte di governo con i partiti della maggioranza. Non sempre lo fa e sbaglia. Siamo per rafforzare l'alleanza che sostiene il governo, perché è urgente affrontare con decisione riforme e provvedimenti cruciali. Ma per raggiungere questo obiettivo - avverte Lupo - serve una maggiore condivisione e un piu' serrato confronto che attualmente manca, con l'effetto di un indebolimento e di uno scollamento".