Live Sicilia

Le entrate aumentano

Cammarata: "Bene la lotta all'evasione"


VOTA
0/5
0 voti

comune, diego cammarata, evasione, palermo, tasse, Cronaca, Palermo
"Sono risultati che dimostrano una straordinaria efficacia nella lotta all'evasione e all'elusione fiscale". Con queste parole il sindaco di Palermo,
Diego Cammarata, commenta i risultati che consentono di registrare nel bilancio 2011 maggiori entrate per circa 40 milioni, fra Tarsu, Ici e Tosap. "Già nel 2010 - si legge, in una nota di Palazzo delle Aquile - proprio grazie alle diverse attività di lotta alle forme di elusione ed evasione della Tarsu, il relativo gettito tributario 2011 aveva subito - a parità di tariffe e dunque senza alcun aumento della pressione fiscale per i contribuenti - un incremento pari a 6,5 milioni, che ha reso possibile la copertura integrale dei costi del servizio di igiene ambientale. Il recupero avvenuto nel 2011 consente di avere nel bilancio 2012 risorse strutturali per 8 milioni; una parte di queste risorse sono già destinate al servizio di raccolta, essendo risorse tarsu, mentre un'altra parte determinano nuove entrate che a quel servizio saranno destinate".

"Questa attività, che ha mostrato eccellenti risultati in termini quantitativi ma che ha anche dimostrato l'efficacia dei mezzi messi in campo contro evasioni ed elusioni - prosegue la nota - consente all'amministrazione comunale di adeguare il contratto di servizio di Amia senza aumentare le tasse, anzi utilizzando risorse che gli evasori avevano sottratto alla collettivita". Cammarata, secondo il quale "bisogna rendere merito per i risultati raggiunti all'abnegazione e all'impegno del personale del servizio tributi diretto dalla dott.ssa Maria Mandalà", ha già dato indicazioni agli uffici per appostare queste risorse nel bilancio di previsione 2012. "Sono veramente soddisfatto e grato agli uffici per il lavoro che già da qualche anno si sta portando avanti con grande impegno - sottolinea il sindaco - e che ha fatto raggiungere il risultato di redistribuire risorse che erano state sottratte alla collettività dall'evasione, risorse che oggi ci consentono di finanziare ulteriori servizi di igiene ambientale e di migliorare quelli esistenti senza aggravio per le tasche dei nostri cittadini. Per il decimo anno consecutivo rispettiamo il patto di stabilità interno: ciò conferma in maniera inequivocabile il rispetto e la cura che la nostra amministrazione ha avuto nel corso di questi anni verso l'uso delle risorse pubbliche".