Live Sicilia

PALERMO 2012

Al via la campagna per le comunali
Apre le danze Fabrizio Ferrandelli



elezioni, ferrandelli, palermo, speciale palermo 2012, Palermo, Politica
Si scaldano i motori in vista delle prossime elezioni comunali di Palermo. Il primo candidato ad aprire ufficialmente le danze è Fabrizio Ferrandelli, che questo pomeriggio ha incontrato i propri sostenitori al cinema Imperia di Palermo. Pubblico delle grandi occasioni, manifesti e strette di mano per il capogruppo dell'Idv a Sala delle Lapidi, che ha deciso di candidarsi contro Leoluca Orlando sfidando anche il partito.

Ad aprire la kermesse Mario Caminita e Gianni Nanfa, su un palco calcato nel corso del pomeriggio anche dall'eurodeputata Sonia Alfano e dai rappresentanti di associazioni, movimenti e categorie produttive. "Palermo dopo un decennio di buio, oggi può tornare a sorridere e questa candidatura rappresenta la voglia di cambiamento", ha detto la Alfano, che ha aggiunto: "Palermo è una città che trasuda cultura, storia, tradizione che ha un bagaglio di esperienza tale da far invidia al resto d'Italia. Oggi possiamo trasformare questo amore, queste esperienze e costruire una nuova Palermo. Oggi è il momento di Palermo".

Per Patrizia Di Dio, di Confcommercio Palermo, "il ruolo delle donne è un patrimonio immateriale immenso che di fatto non è utilizzato", mentre Giorgio Schultze, portavoce europeo della marcia per la pace, ha dichiarato: "Insieme possiamo farcela, partendo ad esempio da cinque piccoli passi: abolizione delle strisce blu e istituzione di isole pedonali, aumento del verde pubblico, valorizzazione della raccolta differenziata, aumentare gli asili nido e i servizi per l'infanzia, e la solarizzazione dei tetti comunali. Mancano 100 giorni alle elezioni, abbiamo 100 giorni per trovare il coraggio di riprenderci una Palermo straziata da dieci anni di degrado, 100 giorni per ricostruire la storia. Qualcuno ha detto che stiamo vivendo i nuovi Vespri, che oggi come allora ci stiamo ribellando ai sopprusi, alla preprotenza del mal governo. Siamo tutti noi, costruttori del nostro futuro".

"Abbiamo il sogno di cambiare questa città - ha detto Ferrandelli - e insieme possiamo trasformare il nostro sogno in realtà. In un momento in cui le dirigenze dei partiti litigano, invece di portare proposte portano in città le proprie divisioni. In questo momento non c'è forza politica che abbia il coraggio di confrontarsi con i propri cittadini, di organizzare momenti di incontro come questo. Noi abbiamo non solo il coraggio, ma anche la forza di intestarci questo cambiamento. Noi crediamo che ci sia futuro per questa città e che ognuno di noi può diventare protagonista di questo cambiamento e sindaco di questa città".