Live Sicilia

La protesta sul web

Forza d'urto e polemiche:
"Ecco chi li appoggia"



forza d'urto, protesta, trasporti, Cronaca, Palermo
Secondo giorno di stop per gli autotrasportatori del movimento siciliano Forza d' urto, per gli aderenti al movimento dei Forconi e per tutti gli imprenditori agricoli e pescatori che hanno promesso 5 giorni di manifestazioni con la sospensione delle loro attività. La protesta nasce dal crescente disagio di tutti gli strati sociali verso la manovra del governo e i rincari sulle accise che gravano su tutte le attività produttive. Nel frattempo, in rete dilagano i consensi. Su facebook si leggono vere e proprie ovazioni che inneggiano ai nuovi "vespri siciliani" e ad un risorgimento della regione che è soltanto al suo inizio. Nella pagina del movimento Forza d' urto c'è chi si dice vicino ai manifestanti, chi addirittura si mette a disposizione per scendere in piazza e chi, ancora, si propone per guidare nuove manifestazioni in città fino ad ora non coinvolte.

Se è innegabile il largo consenso che l'iniziativa sta riscuotendo, c'è da dire che proprio i social network ne stanno amplificando la visibilità pubblica creando un circolo di aderenze. Al contrario, sempre su facebook, c'è chi si preoccupa che il movimento dimentichi di esprimere un malcontento diffuso cercando di perseguire solamente "obiettivi di nicchia", o chi, su twitter, ritrova una strana somiglianza tra il nome Forza d'urto e quello di Forza nuova. Proprio su questa scia si inserisce il post sul "blog del popolo viola" in cui si accusa il movimento dei forconi di essere guidato da esponenti di Forza Nuova etnea come Gaetano Bonanno. Le risposte, ovviamente, sono state tempestive, raggiungendo anche toni molto accesi nel ribadire che la protesta è trasversale ed è rivolta contro tutta la politica.