Live Sicilia

Catturato da un poliziotto fuori servizio

Tre scippi in una mattinata
Condannato dopo 25 giorni


VOTA
0/5
0 voti

carmelo adamo, condanna, palermo, scippi, Cronaca, Palermo
Questa è una storia veloce. Una coppia di banditi che, in una mattinata, riesce a compiere ben tre scippi. Un poliziotto, fuori dal servizio, che riesce a immobilizzare e fare arrestare uno dei due. E, ancora più importante, una sentenza che arriva a 25 giorni dall'arresto. Melchiorre Ferrugia, classe '77 dello Zen, è stato condannato dalla quinta sezione penale del tribunale di Palermo a due anni e quattro mesi. La richiesta dell'accusa era di poco superiore (2 anni e 6 mesi) ma l'imputato, difeso dagli avvocati Carmelo Adamo e Maximilian Molfettini, si è visto derubricare una delle accuse originarie.

Ferrugia, infatti, era accusato di due scippi e una rapina, tutti reati commessi il 2 marzo scorso nella zona di corso Calatafimi con un metodo collaudato: con un complice - sfuggito alla cattura - apriva gli sportelli lato passeggero delle auto, entrava dentro il mezzo e portava via la borsa. In uno dei tre casi, la donna in questione avrebbe fatto resistenza, da qui l'accusa di rapina. Ma la vittima, chiamata a testimoniare, ha invece spiegato di non aver opposto alcuna resistenza. Così, caduta l'accusa di rapina, la pena è stata più mite. Il giovane, poi, è stato bloccato da un poliziotto fuori dal servizio che, però, conosceva già lui e il suo complice per cui, insospettito dal loro modo di fare, è riuscito a fermarlo e farlo arrestare. L'imputato, poi, ha confessato tutto e cercato anche di risarcire le vittime con dei vaglia, da 100 euro ciascuno. "Ricorreremo in appello per l'accusa di resistenza a pubblico ufficiale - spiega a Live Sicilia l'avvocato Carmelo Adamo - il poliziotto infatti non era in divisa, non c'era auto di servizio, non era riconoscibile".