Live Sicilia

Facebook e Twitter

Maturità, sale la febbre sui social


esami maturità, facebook, twitter, Cronaca

Studenti mobilitati in vista degli esami. Tanti i maturandi alla ricerca del ‘miracolo’: le agognate tracce della prima prova.

VOTA
0/5
0 voti

A quanti, fra due giorni, affronteranno la prima prova degli esami di Stato non si consiglia di cercare ‘maturità 2012’ su Google Image perché il primo risultato potrebbe sconfortarli: un collage di quattro immagini, tra cui il disastro nucleare di Fukushima e il naufragio della Costa Concordia. Questa è solo una delle curiosità che si possono trovare in una delle pagine più frequentate su Facebook che hanno per protagonisti gli esami di quest’anno: “Maturità 2012: tocca a me” con oltre 65.000 iscritti.

A 48 ore dalla prova d’italiano, infatti, i maturandi sul popolare social network stanno sfogando le proprie paure e soprattutto le speranze di avere la dritta giusta, scambiandosi link e consigli. C’è persino un sondaggio, che riguarda la preferenza della prima prova. La risposta più cliccata in assoluto è: “Io faccio il saggio breve in qualsiasi caso”. A seguire, troviamo Giovanni Pascoli, Luigi Pirandello, “Tanto farò il tema di carattere generale!” e Gabriele D’Annunzio.

Anche Twitter è in mobilitazione con l’hashtag #maturita2012 e tra le ‘top immagini’ ci sono i cinque consigli di Fanpage. Menzioniamo gli ultimi due (perché lo meritano): “Rapido corso di autostima. Pensi di non essere all’altezza della prova? Vai su YouTube e ascolta i discorsi dei diplomati e laureati Scilipoti, Gasparri, Sara Tommasi”, “Quando è finito tutto, scritto e orale, prenditi 5 minuti e fatti una corsa spensierata tra le aule: non ti capiterà mai più”.  Ma su internet, senza ombra di dubbio, i maturandi sono alla ricerca del ‘miracolo’: le agognate tracce della prima prova. La blogger ‘calabro-lucana’ Caterina Policaro, che di mestiere fa l’insegnante, sta tentando di ‘rovinare’ il sogno degli studenti con il post: “Le tracce esami di Stato su internet? La solita bufala…”. Sul suo blog Catepol, infatti, scrive, tra le tante cose, che “non ci sono talpe al Ministero e nemmeno negli uffici scolastici territoriali”; che “gli hacker non possono intercettare il plico telematico” né possono “craccarlo”; che non si può “usare internet durante gli esami di Stato”, che “non ci sono tracce su internet, quelle che trovate come anteprime sono bufale”. E, infine, il consiglio della blogger, che è anche il nostro: “No, non perdete tempo così, cari ragazzi/e. Buona Maturità 2012”. In bocca al lupo.