Live Sicilia

Palermo, l'incontro con la giunta Orlando

Attività produttive:
più cantieri, meno burocrazia


Leoluca Orlando e l'assessore Di Marco (nella foto) hanno incontrato i rappresentanti delle associazioni di categoria. L'obiettivo è "avere il maggior numero possibile di progetti da cantierare entro il 2013" dice Di Marco.

VOTA
5/5
1 voto

attività produttive, di marco, orlando, palermo, progetti, Palermo
Grande successo per il primo incontro tra la giunta ed i rappresentanti di categoria delle attività produttive al fine di individuare soluzioni pratiche alla grave crisi che sta attanagliando le imprese della città senza tralasciare i progetti che consentano di progredire l'intera area urbana. "Parte della giunta - ha detto Marco Di Marco, assessore alle Attività produttive - sta studiando senza posa linee di finanziamento Por e Fesr con l'obiettivo di avere il maggior numero possibile di progetti da cantierare entro il 2013. Sono stati proficui, in quest'ottica, anche gli incontri con il ministro Barca nel tentativo di bypassare la Regione ed ottenere un dialogo diretto con il governo centrale".

"Con questo incontro - ha continuato il sindaco Leoluca Orlando, che ha anche voluto fare ai convenuti il punto delle attività dell'amministrazione - manteniamo l'impegno preso durante la campagna elettorale di dialogare con tutti i rappresentanti di categoria. Io sarò l'ultimo sindaco di Palermo, credo, infatti, che dopo di me si inizierà a ragionare come area metropolitana di Palermo, per questo tanti interventi in merito li stiamo progettando in un'ottica allargata che guarda anche al di fuori dei confini della città. Ci stiamo impegnando allo spasimo per l'utilizzo delle risorse dell'asse 6 del Por e contiamo di poter presentare i progetti in cui verranno impiegate entro settembre. Abbiamo messo in sicurezza anche i Fas ed ottenuto lo sblocco dei lavori per la linea del tram e per la chiusura dell'anello ferroviario del 2 agosto".

Regole chiare, meno burocrazia, la riapertura del polo fieristico, chiusure ragionate del centro storico piuttosto che la viabilità ed il miglioramento del porto, sono questi alcuni dei temi più caldi tra quelli proposti dai molti imprenditori e rappresentanti di categoria convenuti in una sala delle lapidi gremita. "Saremo felici - ha detto Alessandro Albanese, presidente provinciale di Confindustria - di poter fare il nostro mestiere con grandi interventi come lo urban center, la fiera del Mediterraneo o il grande acquario di Palermo. Vogliamo che i bandi di gara internazionali possano partire e siamo d'accoro sull'investire nell'area metropolitana, magari con un collegamento diretto con l'interposto di Termini Imerese. Proporrei, inoltre di lanciare già da ora i lavori per l'organizzazione del Natale, con una serie di eventi che possano anche e soprattutto rilanciare le imprese. La nostra speranza più grande, tuttavia, rimane quella che si avvii una progressiva opera di sburocratizzazione".

Alla richiesta di un alleggerimento della burocrazia ha risposto l'assessore Di Marco, annunciando l'imminente messa online di un servizio creato dal Sispi, che funga da piattaforma in rete per alleggerire il flusso delle persone negli uffici. "Merremo - ha aggiunto Orlando - i rapporti con le realtà istituzionali. Ci rivedremo a settembre, quando avremo un bilancio comunale già approvato che ci consenta di avere le idee più chiare sull'impianto finanziario e su quali progetti potranno essere messi in atto e con quali e quante risorse".