Live Sicilia

Le voci

Rischio Grecia? Per i turisti
non si vede affatto


default, rischio grecia, sicilia, Turismo

Un turista, in coda per vedere la Cappella Palatina, parla della Sicilia e di Palermo. "Ben lontano dagli standard di 'città europea', ma era così anche cinque anni fa, quando sono venuto la prima volta".

VOTA
5/5
1 voto

"La Sicilia è a rischio default? Siete ad un passo dal fallimento? Vista da fuori la situazione non sembra così drammatica. Ho visitato questa bella isola qualche anno fa e mi sembra più o meno identica a come la ricordavo, con gli stessi problemi, eppure allora non c'erano tutte queste preoccupazioni. Dunque, non capisco un simile allarme, se non vi preoccupavate prima perché lo fate adesso?". Emanuele Spurny è un giovane turista in vacanza in Sicilia, in coda per visitare la Cappella Palatina, il gioiello architettonico situato nel cuore del complesso monumentale di Palazzo dei Normanni che ospita anche la sede dell'Assemblea Regionale Siciliana.

Emanuele è figlio di un'italiana e un austriaco, vive a Vienna e parla un po' la nostra lingua. "Leggo spesso le notizie che riguardano l'Italia - prosegue - e oggi ho letto dell'intervento del premier Monti e del 'rischio Grecia' per la vostra isola: non credo che qui finirete allo stesso modo, innanzitutto perché la Sicilia fa parte dell'Italia, e poi perché il vostro Paese ha un tessuto sociale e produttivo molto più robusto di quello greco". "Certo - aggiunge - se penso alla mia città e la paragono con Palermo, salta subito agli occhi che il capoluogo siciliano è ben lontano dagli standard di 'citta' europeà, ma era così anche cinque anni fa, quando sono venuto la prima volta. Tutto qui sembra scorrere molto lentamente".