Live Sicilia

E domani andrà su Rai3

Verona, il documentario "1367"
sarà proiettato no-stop


1367, centro sperimentale di cinematografia, giancarlo licata, la tela strappata, novantacento, palazzo della gran guardia, palermo, rai storia, rai teche, rai tre, verona, Cronaca

Da domani il documentario di Giancarlo Licata sulle stragi, prodotto con Rai Teche e Novantacento, sarà proiettato ininterrottamente nel Palazzo della Gran Guardia, nel centro di Verona. Lo stesso giorno il documentario sarà trasmesso alle 18 su Rai3 e alle 23,15 su RaiStoria.

VOTA
5/5
1 voto

Dopo il grande successo ottenuto a Roma, "1367" va a Verona. Da domani il documentario di Giancarlo Licata, che racconta attraverso i filmati dell'epoca le 1.367 ore che hanno separato la strage di Capaci da quella di via D'Amelio, sarà proiettato ininterrottamente al Palazzo della Gran Guardia di Verona, proprio di fronte all'Arena simbolo della città veneta.
Il documentario, realizzato grazie al contributo di Rai Teche, del Gruppo Editoriale Novantacento e del Centro sperimentale di Cinematografia di Palermo, ricostruisce passo passo non solo le due stragi, ma soprattutto le reazioni sociali a questi drammatici eventi, fotografando con meticolosa attenzione i fenomeni sorti in risposta all'attacco mafioso, come la nascita del Comitato dei Lenzuoli, la marcia dei sindacati confederati che portò a Palermo oltre 100 mila persone, la contestazione della Chiesa e le reazioni della politica in periodo storico già turbolento come quello di Tangentopoli.
Lo stesso giorno "1367 - La tela strappata" andrà in onda sulla Rai. Alle 18, a vent'anni esatti dall'esplosione dell'autobomba, il filmato andrà in onda su Rai3, mentre alle 23.15 il programma andrà in replica su Rai Storia. Il documentario, che si interrompe proprio nell'ora dell'attentato a Paolo Borsellino, è stato realizzato utilizzando i materiali mandati in onda nel 1992 dalle reti Rai e i racconti dei conduttori televisivi del tempo.
Giancarlo Licata, responsabile della redazione del Tgr Mediterraneo, è stato responsabile della redazione regionale de La Sicilia e ha lavorato per il Sole 24 ore. Tra i suoi riconoscimenti si ricorda il premio come Giornalista dell'anno 2008 - Premio Internazionale Ischia, mentre è stato finalista del Premio Riccione di Teatro.