Live Sicilia

Oggi sit in di protesta

"Ha violato lo Statuto siciliano"
L'Mpa: "Abolire il Commissario"


aronica, commissario stato, Mpa, statuto, Politica

A far saltare i nervi ai lombardiani è stata la vicenda che ha riguardato i conti della Regione, "avviata - dicono - da una nota di Carmelo Aronica (nella foto) e incredibilmente non trasmessa alla Regione".

VOTA
4.4/5
9 voti

Il Movimento per le autonomie ha deciso di avviare un'iniziativa politica e legislativa per chiedere la soppressione dell'Ufficio del Commissario dello Stato presso la Regione siciliana "a causa della costante violazione del dettato statutario, che è parte integrante della Costituzione italiana".

E' quanto si legge in una nota degli autonomisti il cui leader è il governatore Raffaele Lombardo. La prima iniziativa è prevista lunedì prossimo alle 17, a Palermo, davanti alla sede del Commissario dello Stato (dove attualmente siede il prefetto Carmelo Aronica). A far saltare i nervi agli uomini dell'Mpa è stata la vicenda che ha riguardato i conti della Regione, "avviata - dicono gli autonomisti - da una nota del commissario e incredibilmente non trasmessa alla Regione violando l'obbligo alla leale collaborazione tra gli organi costituzionali".

"Lo Statuto siciliano - spiega l'Mpa - prevede che il commissario, oltre a impugnare le leggi della Regione, debba impugnare anche le leggi e i regolamenti dello Stato qualora ne ravvisi l'incostituzionalità o la incompatibilità con le norme dello statuto. Questo non è mai successo, determinando un evidente squilibrio nel rapporto pattizio tra Stato e Regione". "L'abolizione di ogni controllo preventivo nelle altre regioni ha determinato - aggiunge l'Mpa - un oggettiva disparità di trattamento".