Live Sicilia

Formazione, l'assessore Gallo

"Fondi per giovani e ricerca
Avviso 20, il via a settembre"


L'assessore all'Istruzione annuncia lo stanziamento di 46 milioni per ricerca e istruzione. La prima tranche per borse di studio a studenti per corsi di alta formazione all'estero. Altri 7 milioni per progetti di ricerca. Mentre potrebbero sbloccarsi a breve 175 milioni per l'Avviso 20.


, Politica, Scuola & Formazione
Stanziati 46 milioni di euro per la ricerca e l'istruzione. A darne notizia stamattina il neo assessore all'Istruzione e alla formazione professionale, Accursio Gallo, nel corso di una conferenza stampa a Palazzo d'Orleans. Sovvenzionerà studenti, ricercatori e dottorandi: "Si tratta di un bando del 2009 che finalmente vedrà la sua attuazione. Vogliamo rendere più semplice il collegamento tra università e imprese - ha affermato Gallo - e dare la possibilità ai nostri studenti di inserirsi nel mondo del lavoro in maniera più semplice". Si tratta di fondi dell'Unione Europea, il primo stanziamento di 15 milioni riguarderà la misura 4 del bando di gara n 14 del 26/10/2009. La somma andrà a finanziare borse di studio, di circa 1.500 euro al mese per un tempo massimo di due anni, destinate a studenti residenti in Sicilia che vorranno frequentare corsi di alta formazione post laurea all'estero.

La seconda misura che potrebbe essere avviata entro l'anno, sarebbe la numero 6, con un investimento di quasi 7 milioni di euro. Si tratterà di borse di studio destinate, invece, a studenti stranieri che decideranno di intraprendere periodi di studio e ricerca in Sicilia. Chi si occuperà di sviluppare e gestire i fondi sarà l'Irfis, che, abbandonati i panni di mero istituto bancario, è attualmente investita del ruolo di braccio tenico-economico, ma soprattutto operativo, della Regione.

Ma non è solo questa la novità comunicata da Accursio Gallo. Per quanto riguarda l'avviso 20 a breve potrebbero essere sbloccati circa 175 milioni di euro del fondo sociale europeo. "Queste somme - ha precisato l'assessore - darebbero ossigeno agli enti di formazione che potrebbero finalmente dare il via ai corsi già dalla fine di settembre". E ancora passi avanti per quanto riguarda il "Piano giovani" presentato il mese scorso e che potrebbe essere attuato entro l'anno: la Regione, infatti, stanzierà 450 milioni di euro per incentivare e agevolare lo sviluppo occupazionale, nonché imprenditoriale, dei giovani siciliani in una fascia anagrafica, quindi, fra i 19 e i 35 anni Le rassicurazioni sull'erogazione di queste somme arrivano da Alessandra Tomai, dirigente del ministero del lavoro e delle politiche sociali.

Altro punto sul quale il neo assessore si sta impegnando è quello del riordino delle scuole regionali: "La settimana scorsa ho incontrato il ministro Profumo per discutere insieme delle strategie migliori per risolvere il problema del dimensionamento delle scuole in ottica di spending review. La regione Siciliana, in base al suo statuto, sostiene spese molto diverse sul fronte della scuola, rispetto alle altre regioni. È importante che Roma abbia un quadro chiaro".