Live Sicilia

Trattativa stato-mafia

Mancino chiede lo stralcio


VOTA
0/5
0 voti

, Cronaca
I difensori dell'ex presidente del Senato Nicola Mancino, Massimo Krogh e Umberto Del Basso De Caro, hanno chiesto al Giudice per l'udienza preliminare presso il Tribunale di Palermo di stralciare la posizione del loro assistito da quella dei principali imputati nel procedimento penale sulla trattativa tra Stato e mafia.

Nella richiesta i difensori sostengono che nel procedimento nei confronti di Mancino non vi è connessione sostanziale con il procedimento principale a carico di Bagarella ed altri. La connessione - aggiungono i difensori - risulterebbe eventualmente in modo più diretto con il processo Mori, tuttora pendente davanti al Tribunale di Palermo, del quale dovrebbe quindi attendersi l'esito per valutare la posizione dell'ex vice presidente del Csm. Infine, in analogia con il procedimento preannunciato dall'accusa nei confronti dell'ex ministro della Giustizia Giovanni Conso e dell'eurodeputato Giuseppe Gargani, i difensori di Mancino fanno rilevare che non risulta giustificata la diversa posizione processuale riservata al loro assistito.