Live Sicilia

PALERMO

Rapinatori traditi dai filmati
Dopo tre colpi, le manette


Rapinatori seriali in manette. Si tratta di una banda che aveva messo a segno tre colpi, uno ai danni di una tabaccheria di via Ausonia, due in un negozio d'informatica di piazza Sant'Oliva. Arrestati grazie ai video delle telecamere.

VOTA
5/5
3 voti

piazza sant'oliva, rapina, tabaccheria, via ausonia, Cronaca, Palermo
Avevano messo a segno tre colpi, prendendo di mira una tabaccheria e un negozio di informatica per ben due volte. Sono finiti in manette i componenti di una banda che, a mano armata, erano riusciti tra dicembre scorso e maggio, a scappare dopo le rpaine: dalla tabaccheria di via Ausonia erano riuscitia a fuggire con settecento euro, dal negozio di computer di piazza Santa Oliva, invece, il gruppo di malviventi era riuscito a portare via duemila euro dopo la rapina di gennaio, trecento euro, due mesi fa.

Chiave delle indagini, i filmati estrapolati dalle telecamere del circuito di videoserveglianza, dove la scena dei colpi è chiara: i giovani entrano negli esercizi commerciali impugnando una pistola. Dopo le minacce frugano velocemente nelle casse e addirittura nelle tasche dei titolari dei negozi, per poi scappare a bordo di una macchina intestata a un parente di uno degli arrestati. In cella sono finiti Daniele Rudettino, 21enne palermitano, Maurizio Cardella, 24enne, e James Burty Candeh, 21enne.