Live Sicilia

PALERMO, ZONA BONAGIA

"E' il regista della maxi rapina"
In cella per il colpo al negoziante


Arrestato Gaetano Di Mariano (nella foto): sarebbe "la mente" del commando che, lo scorso febbraio, aggredì e rapinò il titolare 58enne di un noto negozio di pelletterie a Palermo. Bottino: 15mila euro, un assegno e un Rolex. E' caccia ai complici.

VOTA
0/5
0 voti

banda rapinatori, bonagia, palermo, pelletterie, rapina, rolex, viale regione siciliana, Cronaca, Palermo
Viene considerato il "regista", la mente del commando che il 5 febbraio scorso prese di mira il titolare di un noto negozio di pelletteria a Palermo. Si tratta di Gaetano Di Mariano, pluripregiudicato di corso dei Mille, finito adesso in manette. L'arresto rappresenta l'epilogo di lunghe e serrate indagini condotte dalla polizia dal giorno della denuncia del commerciante che fu assalito in viale Regione Siciliana, nei pressi del quartiere Bonagia e a pochi metri dalla propria abitazione. Il bottino fu di tutto rispetto: quindicimila euro in contanti, frutto dell'incasso dei diversi punti vendita in città, incluso un un assegno di poco inferiore ai duemila euro, più un orologio Rolex, che il negoziante 58enne portava al polso.

La rapina fu molto violenta e pianificata fino all'ultimo dettaglio: Di Mariano ed i suoi complici erano armati e attesero a lungo che la vittima rientrasse a casa, al punto da sostare fuori da un ristorante dove il commerciante si fermò, imprevedibilmente, per qualche ora. Poi l'aggressione sotto casa e, come se non bastasse, la sottrazione delle chiavi dell'auto della vittima per impedirgli di scappare. Ma fu il negoziante stesso a memorizzare parzialmente il numero della targa della macchina dei malviventi, elemento chiave, insieme ai tabulati del telefono di Di Mariano, delle indagini. L'arresto è stato disposto dal gip del Tribunale di Palermo Fernando Sestito, su richiesta del pm Ennio Petrigni. Adesso, per la polizia, è caccia ai complici.