Live Sicilia

Le nomine al Cas

Vecchio contro Lombardo:
"Non mi ha consultato"


, Politica

Dura replica dell'assessore alle Infrastrutture (nella foto) alle nomine di Lombardo al Consorzio autostrade. "Apprendo con vivo rammarico e stupore che il presidente, senza sentire la necessità di consultarmi, ha provveduto alla nomina di tre componenti del cda prelevando i nominativi dalla sfera della politica".

VOTA
3.8/5
8 voti

"Sono stato nominato dal presidente Lombardo assessore alle infrastrutture e ai trasporti. Pensavo di dovermi occupare di problemi inerenti le infrastrutture invece fino a oggi mi sono occupato di problemi di collegamento con le isole minori per garantire il trasporto delle merci a rischio sospensione a causa della riduzione dei finanziamenti per i problemi dovuti al patto di stabilità". Andrea Vecchio si fa sentire e critica le ultime nomine del presidente Raffaele Lombardo che hanno riguardato anche il Consorzio autostrade siciliane.

"Stavo tentando di capire le criticità del Cas che si dibatte tra mancanza di manutenzione, eccesso di personale non qualificato, deficienza di personale tecnico e di questi problemi stavo dialogando con il commissario, l'avvocato Anna Rosa Corsello. Apprendo con vivo rammarico e stupore che il presidente, senza sentire la necessità di consultarmi, dopotutto sono ancora l’assessore regionale alle Infrastrutture, assessorato dal quale dipende il Cas, ha provveduto, nel doveroso rinnovo del consiglio di amministrazione, alla nomina di tre componenti, prelevando i nominativi dalla sfera della politica".

"Senza nulla togliere alle qualità e ai requisiti dei nominati - conclude Vecchio - sarebbe stato doveroso, logico e giusto, esaminare i curricula per verificarne esperienze, competenze e attitudini. Ritengo che con questo sistema non si amministri la cosa pubblica".