Live Sicilia

BATTISTA SUL CORRIERE DELLA SERA

"Crocetta sul sesso fa discutere?
Un'intrusione nella vita privata"


Continuano a far discutere le dichiarazioni di Rosario Crocetta sull'astinenza sessuale in caso di vittoria alle elezioni. Per Pierluigi Battista "non è la Sicilia arcaica e ottusa che ha in mente Crocetta ma quella forma modernissima di oppressione che è l’intrusione mediatica nella vita privata dei conosciuti e degli sconosciuti".

VOTA
5/5
1 voto

rosario crocetta, sicilia, Politica
Fanno discutere le dichiarazioni di Rosario Crocetta sulla sua castità post-elettorale in caso di successo alle elezioni regionali. Attraverso le colonne del Corriere della Sera, sulla vicenda si è espresso anche Pierluigi Battista che difende il candidato a governatore di Pd e Udc: “Se Rosario Crocetta dice, e poi conferma con rettifica d’obbligo, che non farà più sesso una volta eletto presidente della Regione Sicilia su indicazione del Pd, tutti pensano che lo dica perché è gay. Ma tutti pensano anche che lo dica per rassicurare gli elettori siciliani retrivi interdetti all’idea di votare un candidato omosessuale. Ma forse è il contrario: non è la Sicilia arcaica e ottusa, tradizionalista e intollerante che ha in mente Crocetta – prosegue il giornalista – ma quella forma modernissima di oppressione che è l’intrusione mediatica nella vita privata dei conosciuti e degli sconosciuti, senza distinzione. Nell’ansia famelica di ‘trasparenza’ che costringe chi si candida a qualcosa di dover dire tutto di sé. Comprese, ovviamente, le preferenze sessuali”.

Battista, inoltre, critica la cultura dell’immagine legata all’identità sessuale e si schiera contro quello che definisce il ‘pettegolezzo moderno’: “Le libere scelte sessuali di un candidato sono diventate il prius, il nucleo centrale dell’immagine. Trasformando la figura incolpevole di Crocetta in una specie di macchietta della commedia all’italiana: la figura del gay dichiarato che deve farsi strada nella fitta boscaglia di pregiudizi di cui la primitiva Sicilia è nell’immaginario la terra eletta. È il pettegolezzo moderno il problema – spiega – non solo la profondità della dimensione arcaica nella Sicilia moderna. Crocetta ha il merito di aver rotto questa catena di automatismi. Come presidente della Sicilia, se verrà eletto, faccia della sua vita privata ciò che crede”.