Live Sicilia

Agrigento, al vaglio il bilancio di previsione

Aumentano Irpef e Imu


agrigento, aumenti, bilancio, comune, imu, irpef, previsione, Agrigento, Politica

Presentato il documento di programmazione economico-finanziaria del Comune. Le entrate previste saranno ridotte sia sul fronte dei trasferimenti statali che su quello dei finanziamenti regionali. Il disavanzo ammonta a sei milioni di euro. E' necessario, quindi, aumentare le imposte e, forse, introdurre la tassa di soggiorno.

VOTA
0/5
0 voti

Aumento dell’addizionale Irpef e ritocchi verso l’alto per l’Imu. È iniziata ieri la prima delle tre sedute del consiglio comunale per l’analisi e l’approvazione del bilancio di previsione del 2012. Giovanni Mantione, dirigente dei servizi finanziari del Comune, ha presentato ai consiglieri comunali il documento di programmazione economico-finanziaria.

La situazione non è delle più rosee, come riportato da "La Sicilia", sembra, infatti, che le entrate previste saranno ridotte sia sul fronte dei trasferimenti statali che su quello dei finanziamenti regionali. A far aumentare ancora di più le preoccupazioni sui futuri “incassi” dell’amministrazione agrigentina c’è la forte contrazione sulle entrate generate dal rilascio di concessioni edilizie.

Il disavanzo previsto, tra entrate e uscite, si attesta intorno ai sei milioni di euro e, sembra, quindi necessario un aumento delle entrate sul versante delle imposte. Le criticità della situazione finanziaria del comune sono state rilevate dalla Corte dei conti che il 17 luglio ha evidenziato la necessità di attuare misure correttive.

La proposta, dunque, prevede il passaggio dell’aliquota Imu sull’abitazione principale dallo 0,4 per cento allo 0,6 per cento e per gli altri immobili dallo 0,76 per cento al 1,06 per cento arrivando, nel complesso, ad ottenere un gettito di circa cinque milioni e mezzo di euro. Gli aumenti raggiungeranno anche l’addizionale Irpef che crescerà dello 0,2 per cento, passando dallo 0,6 allo 0,8 per cento e genererà un gettito di un milione e centocinquantamila euro.

Il Comune, inoltre, prevede di introdurre una tassa di scopo sul soggiorno dei turisti in visita nella città. I proventi saranno tutti reinvestiti nell’adeguamento delle strutture turistiche del territorio comunale. Su questo tema però il sindaco e la sua giunta devono ancora riuscire a trovare un’intesa con gli albergatori.