Live Sicilia

NEL NISSENO

Traffico illegale di carne
Tre palermitani in manette


Tre palermitani sono stati arrestati nel nisseno con l'accusa d'aver trasportato 710 kg di carne in condizioni non igieniche. L'obiettivo era la rivendita presso supermercati ed ambulanti.

VOTA
1/5
1 voto

caltanissetta, traffico di carne, Caltanissetta
Si è conclusa ieri sulla statale 640, quella che collega Caltanissetta a Palermo, il viaggio di tre palermitani che trasportavano scarti di carne in maniera illegale. Come si apprende nell’edizione odierna de La Sicilia, Isidoro Ferdico (32), Maurizio Palmeri (42) e Salvatore Antonuccio (29), a bordo di un Fiat Fiorino, portavano ammassata nel cassone, senza cella frigorifera, ben 710 kg di carne con il midollo osseo ancora presente. L’obiettivo del gruppo, verosimilmente, era la rivendita del carico presso minimarket e ‘stigliolari’ del capoluogo siciliano. Per i tre sono scattate immediatamente le manette con l’accusa di trasporto pericoloso di rifiuti speciali.

Il maxi sequestro, disposto dalla polizia giudiziaria sezione Ambiente e Sanità, s’inserisce all’interno di un’indagine più vasta riguardante il traffico illegale di carne macellata. I tre protagonisti della vicenda si trovano adesso al carcere “Malaspina” di Caltanissetta dove oggi appariranno al cospetto del Gip per l'udienza preliminare.