Live Sicilia

MAURIZIO ZAMPARINI

"Micciché sull'aeroporto
ha detto una str..."


Il presidente del Palermo, Maurizio Zamparini, non usa mezzi termini per dissentire da Gianfranco Micciché, che pure sosterrà nella corsa alla presidenza della Regione, in merito all'intitolazione dell'aeroporto del capoluogo siciliano. "E' un'offesa e dovrebbe chiedere scusa", ha tuonato l'imprenditore friulano.

VOTA
3.1/5
16 voti

aeroporto, micciché, stronzata, zamparini, Politica
PALERMO - "Io appoggio Micciché, però sulla storia dell'aeroporto di Palermo intitolato a Falcone e Borsellino ha detto una stronzata. A me non disturba per niente. E' un'offesa e dovrebbe chiedere scusa". Lo ha detto Maurizio Zamparini, presidente del Palermo, a La Zanzara su Radio24, riferendosi alle dichiarazioni del candidato alla presidenza della Regione sull'aeroporto di Palermo che secondo lui non dovrebbe essere intitolato a Falcone e Borsellino. "Conosco Gianfranco da dieci anni - ha aggiunto - e suo fratello è vicepresidente del Palermo calcio. Ha detto una stronzata, gli tiro le orecchie, la politica non è marketing, dovrà chiedere scusa perché la politica è fare cose per la gente, il marketing è solo immagine e si deve dimenticare la figura di Berlusconi. Deve dimenticarsi queste stronzate e lavorare per la Sicilia".

Alla domanda sull'alleanza di Micciché e Lombardo che presenta il figlio di 23 anni alle prossime elezioni il patron del Palermo calcio ha risposto: "Lombardo non ha fatto niente per i siciliani in due anni di governo. A candidare il figlio ha fatto una stronzata come ha fatto Micciché, ha fatto male; mi dispiace per il figlio, ma conoscendo il padre non mi meraviglio. Questo è nepotismo, lo facevano i papi, è una cosa stupida".