Live Sicilia

Ucciso un incensurato

Vittoria, freddato a pistolettate
un postino incensurato


Il corpo di Ivano Inglese (nella foto), è stato trovato nelle campagne di Vittoria. L'uomo non aveva precedenti. I familiari ne avevano denunciato la scomparsa.

VOTA
1.7/5
6 voti

ivano inglese, omicidio, ragusa, Ragusa, Cronaca
RAGUSA- Un postino di 32 anni, Ivano Inglese, è stato ucciso ieri sera nella zona di contrada Pozzo Ribaudo, nelle campagne di Vittoria, vicino Gela. Il corpo é stato trovato in un campo, intorno a mezzanotte; la vittima é stata freddata con alcuni colpi di arma da fuoco, probabilmente un'arma corta. Alcune persone della zona hanno avvertito la polizia della presenza di una vettura, una Volkswagen Golf, lasciata sul ciglio della strada. Nel frattempo, i familiari si erano recati in commissariato per segnalare il mancato rientro a casa del congiunto. L'uomo non aveva precedenti, né risultano finora sue frequentazioni sospette. Le indagini sono condotte dal commissariato di Vittoria, guidato dal vicequestore Rosario Amarù.

Ivano Inglese, dunque, lavorava come postino ed era incensurato. Quasi certamente si è recato nella zona dove è stato poi ucciso, un luogo appartato in aperta campagna, per un "chiarimento" con i suoi assassini. Il padre, allarmato per il mancato rientro del figlio, ha chiamato la polizia che ha individuato prima la Volkswagen Golf della vittima parcheggiata sul ciglio di una strada interpoderale e qualche metro più avanti il corpo senza vita del postino, crivellato da almeno una decina di colpi di arma da fuoco.

Il postino è stato ucciso con alcuni colpi di pistola calibro 7,65. Nella zona del delitto sono stati ritrovati quattro bossoli. L'agguato è iniziato a circa 300 metri dal luogo in cui è stato ritrovato il corpo. Il giovane ha tentato la fuga lasciando dietro di se una scia di sangue, ha perso anche gli occhiali, ma è stato raggiunto e freddato dai sicari. L'auto della vittima, parcheggiata a un centinaio di metri di distanza, è stata trovata con le portiere aperte. L'ispezione cadaverica è stata eseguita dal medico legale Salvatore Spagni. Le indagini, condotte dal commissariato di Vittoria diretto dal vicequestore aggiunto Rosario Amarù, sono coordinate dal sostituto procuratore della Repubblica di Ragusa, Claudia Maone.