Live Sicilia

Agrigento

Estorsione, chiesto giudizio per sette
La vittima sarà parte civile


agrigento, di gati, estorsione, giuffrè, messina denaro, provenzano, virga, vullo, Agrigento, Cronaca

Per il "pizzo" imposto a un imprenditore di Favara, nell'Agrigentino, alla sbarra Provenzano, Messina Denaro (nella foto l'identikit), Maurizio Di Gati, Domenico Virga e Nino Giuffrè. Salvatore Vullo si costituirà parte civile.

VOTA
1/5
1 voto

PALERMO - La Dda di Palermo ha chiesto il rinvio a giudizio, per estorsione aggravata, di 7 persone, accusate di avere taglieggiato un imprenditore, che si costituirà parte civile. Imputati sono il collaboratore di giustizia Maurizio Di Gati, Matteo Messina Denaro, Giuseppe Nobile, Bernando Provenzano, Domenico Virga, il pentito Nino Giuffré e Ignazio Melodia.

A ricostruire l'estorsione a un imprenditore di Favara, Salvatore Vullo, titolare della Sa.bo. che aveva svolto dei lavori edili a Partanna è stato lo stesso Di Gati. L’udienza preliminare, davanti al Gup di Palermo Lorenzo Jannelli, si terrà il 4 ottobre prossimo. La vittima ha annunciato la costituzione di parte civile.