Live Sicilia

NEL PALERMITANO

Bimbo nato morto a Partinico,
la nonna: "Vogliamo giustizia"


bimbo morto, ospedale civico di partinico, Palermo

L'appello della nonna del piccolo nato senza vita al Civico di Partinico: "Non doveva andare così. Mia nuora è stata visitata con superficialità".

 

VOTA
1/5
5 voti

Si sarebbe chiamato Filippo Andrea. Un bambino di tre chili la cui vita si è fermata ancora prima di iniziare. E' nato morto all'ospedale Civico di Partinico, dove i suoi giovani genitori hanno sporto denuncia alla polizia. Ci tengono a dire la loro, e la nonna del piccolo, Giovanna Lo Presti, ribadisce con forza che non doveva andare così. La Procura ha aperto un'indagine: sequestrate le cartelle cliniche di Loredana Balsamo, 29enne di Terrasini che avrebbe compiuto il nono mese di gravidanza il 27 settembre.

"Mia nuora - racconta Giovanna Lo Presti - è stata in cura per otto mesi al consultorio del paese ed è stata seguita in maniera egregia da un medico. Tutto è cambiato quando è stata affidata al reparto di Ostetricia e ginecologia dell'ospedale di Partinico. Il 17 settembre - come spiega Giovanna Lo Presti - si è recata in ospedale per una visita, dicendo di avere alcune perdite di sangue e delle contrazioni. Le dicono che è tutto normale e la rimandano a casa fissando un appuntamento per il 24 settembre. Alle 16 la futura mamma arriva in ospedale riferendo ai sanitari di non sentire più il bambino, quindi le fanno un’ecografia e scoprono che il battito cardiaco non c'è più. Quando il primario è arrivato in reparto ci ha detto che mia nuora era stata visitata da un ostetrico, non da un medico. Una visita che ritengo superficiale - aggiunge la signora - con una semplice ecografia esterna e qualche domanda al volo.

Noi abbiamo immediatamente avvisato la polizia e i carabinieri. Mio nipote non doveva morire e adesso, spero venga fatta giustizia". Nel frattempo, oltre alla Procura di Palermo anche l’Azienda sanitaria provinciale ha aperto un’inchiesta interna sul reparto dell’ospedale di Partinico contro il quale i familiari di Loredana Balsamo puntano il dito. “Dalle prime informazioni - è stato precisato dall'Asp - si è appreso che la paziente non era ricoverata e che avrebbe effettuato un controllo ambulatoriale circa una settimana fa”.