Live Sicilia

SICILIA 2012, LE LISTE

Messina, le liste presentate


Ecco le liste presentate al Tribunale di Messina per le prossime Regionali.

VOTA
3.5/5
8 voti

elezioni, liste, messina, regionali, sicilia, Messina

Veduta del porto di Messina



MESSINA - Fino all’ultimo secondo buono. A Messina la presentazione delle liste resta convulsa fino alla fine. Grande difficoltà, infatti, per quasi tutti i partiti a reperire donne disponibili per la candidatura alle Regionali. Il Pdl prova fino all’ultimo, senza riuscirci, ad inserire la figlia di Roberto Corona, e non disperdere il bacino di voti dell’ex deputato regionale ritenuto per via dei guai giudiziari (era stato arrestato per frode) fuori dal profilo di candidabilità dal senatore Mimmo Nania.

Fatica anche il Pd che non ottiene il si di Maria Flavia Timbro. Così che, a parte Daniela Bruno ed Elvira Amata (per citare le più conosciute), tutte le altre messinesi schierate nella prossima fatica elettorale dell’isola hanno tutta l’aria delle riempi lista. Non ci sono esitazioni invece per Santo Catalano deputato uscente, candidato nelle liste del Pid – Cantiere Popolare, nonostante abbia patteggiato un anno e 11 mesi con la condizionale, per abusivismo edilizio e abuso d’ufficio in concorso con un assessore e un vigile urbano di Milazzo. Due anni prima era invece stato condannato in primo grado a 3 anni e 6 mesi all’interdizione dai pubblici uffici per 5 anni. D’altronde il deputato era stato salvato dall’Ars nonostante fosse stata dichiarata la sua ineleggibilità per le note vicende giudiziarie. Nella stessa lista anche Angelo Paffumi, ex componente del consiglio direttivo del Consorzio autostrade siciliane, rinviato a giudizio a marzo del 2011 insieme all’ex presidente del Cas, Patrizia Valenti e gli altri componenti del consiglio. Le accuse contestate erano a vario titolo abuso d’ufficio e rifiuto di atti di ufficio. Con Cantiere Polare si candida anche Lugi Impiduglia, cugino da parte di madre, dell’ex governatore Totò Cuffaro. Puntando tutto sulla difesa del territorio, invce, l’ex sindaco di Scaletta Zanclea Mario Briguglio, si candida nelle liste di Grande Sud. Quello stesso territorio che lo vede rinviato a giudizio per omicidio plurimo, colposo e disastro colposo assieme ad altri 17, “per avere con colpa consistita in negligenza ed imperizia omesso di valutare il livello di rischio evidenziato dalla nota prtotocolllare n. 738/GO del 22 novembre 2007 e dall’aggiornamento del Pai, non adottando “i piani di allertamento, di sgombero temporaneo degli edifici a rischio e gli ulteriori interventi risolutivi idonei a salvaguardare la popolazione della aree colpite dall’evento disastroso. Per aver omesso di adempiere agli obblighi di gestione dell’emergenza ed in particolare quelli di allertamento ed evacuazione degli abitanti nelle zone a rischio”.

Tra gli altri 17 anche l’ex sindaco di Messina Peppino Buzzanca, candidato nelle liste del Pdl, che per queste regionali rinuncia alla prima poltrona di cittadino di Messina. Città dove decide di non apporre manifesti elettorali: “Sono poco utili”. Così dice lui salvo poi ammettere di averli esposti in provincia: “Qualcuno di piccole dimensioni e negli spazi consentiti”, chiarisce Buzzanca.

Tanti i cambi di casacca, tra tutti spicca il pupillo di Lo Monte, Gaetano Duca, che lascia l’Mpa per candidarsi nelle fila dell’Idv e sostenere Marano presidente. Nelle fila del Partito dei Siciliani di Lombardo, si candida Beppe Picciolo, ex Pd e pupillo di Genovese. Batte tutti record di cambio casacca Pio Amodeo, adesso nelle liste dell’Udc, ma alle spalle un curriculum cha va dal Pdl ad An alla Margherita ai Ds. Presentata anche la lista del più noto transfugo dell’Idv, Mimmo Scilipoti, Piazza Pulita che schiera Maria e Franceso Scilipoti.

MOVIMENTO CINQUE STELLE

UDC

PARTITO DEI SICILIANI-MPA

PD

FAVA PRESIDENTE-FDS-SEL-VERDI

FUTURO E LIBERTA' DELL'ITALIA

GRANDE SUD

ITALIA DEI VALORI

RIVOLUZIONE SICILIANA

POPOLO DELLA LIBERTA'

IL POPOLO DEI FORCONI

CANTIERE POPOLARE

CROCETTA PRESIDENTE

MUSUMECI PRESIDENTE

VOI-VOLONTARI PER L'ITALIA

STURZO PRESIDENTE

ALLEANZA DI CENTRO

PARTITO COMUNISTA DEI LAVORATORI

PARTITO PENSIERO E AZIONE