Live Sicilia

Palermo, sanità

Ospedale Paolo Giaccone
Prorogati i contratti degli ex Lsu


I contratti di trenta lavoratori del Policlinico “Paolo Giacalone”, ex Lsu, scadranno il 30 settembre e i precari chiedono una proroga: il direttore generale Mario La Rocca spiega che esiste un problema finanziario e si andrà avanti solo per altri tre mesi.

VOTA
2.8/5
9 voti

ex lsu, palermo, policlinico, Palermo
PALERMO - I tentacoli della precarietà sembrano avvolgersi anche intorno alla sanità palermitana. Trenta lavoratori dell'Azienda Universitaria Sanitaria Paolo Giaccone di Palermo, in servizio dal 1 ottobre 2001, reclamano a gran voce il diritto di aver prorogato il contratto di lavoro a tempo determinato con cui sono vincolati all'Azienda. Ma dal Policlinico la risposta è secca: questa proroga sarà breve.

Il prossimo 30 settembre i contratti scadranno e, secondo i lavoratori interessati, la Circolare regionale dell'Assessorato al Lavoro numero 3 del dicembre 2001 indica una proroga degli stessi. Questo prolungamento però non sarebbe obbligatorio, come dichiara il direttore generale Mario La Rocca: “L'azienda non ha alcun obbligo nei confronti di questi lavoratori, il cui contratto è in scadenza. Il massimo cui possono ambire è la proroga di 3 mesi”.

E' stato convocato un tavolo tecnico tra i vertici del Policlinico e i principali sindacati – indetto in realtà per parlare specificatamente della stabilizzazione del personale infermieristico – dove si è discusso anche della situazione di questi precari, presenti tramite una piccola delegazione composta da Olimpia Scalici, Provvidenza Assenzio, Stefano Barone, Aldo Innusa, Antonella Butera, Francesca Maria Panascì, Antonino Palazzo, Angelo Anello, Matteo Costanzo, Gaetano De Simone, Silvana Lumia, Giuseppe Guadalupo e Ignazio Brutto. Al termine dell'incontro, La Rocca ha annunciato 3 mesi di proroga tramite una modifica al contratto dei trenta ex LSU.

Facciamo parte di un gruppo di lavoratori che vive in una situazione di precarietà dal 1989. Abbiamo continuato a lavorare nel corso degli anni tramite proroghe”, si sfoga la delegazione di ex Lsu con Livesicilia “Non c'è la volontà da parte dell'Amministrazione di farci lavorare. Noi siamo in servizio dal 2001 e ci aspettiamo che il contratto venga legittimamente prorogato in essere, dunque almeno un altro anno. Questa delibera di oggi non ci da alcuna sicurezza: tra tre mesi ci ritroveremo senza lavoro, e i nostri posti a chi andranno?”.

Il direttore generale La Rocca invece precisa che il problema non è una mancanza di volontà, bensì una questione finanziaria che non può passare in secondo piano. “Oggi l'ordine del giorno riguardava il personale infermieristico, e invece abbiamo dovuto discutere anche di questo argomento. È stata fatta una delibera per prorogare i contratti fino al 31 dicembre 2012, e il tutto sarà fatto utilizzando i fondi dell'Azienda”, spiega La Rocca a Livesicilia “Non esiste una copertura finanziaria da parte della Regione, dunque è il Policlinico che dovrà farsi carico di questa situazione”.