Live Sicilia

Catania

"Lavoro in cambio di voti", denuncia
dei lavoratori della Multiservizi


Voti in cambio dell'assunzione alla Multiservizi. E' la denuncia, raccolta da Livesicilia, di uno dei dipendenti a rischio licenziamento che oggi si sono incatenati davanti al Comune.

VOTA
1.4/5
7 voti

Catania, lavoro, multiservizi, voti, Catania, Cronaca
CATANIA - Da un giorno all'altro i dipendenti della Multiservizi, partecipata del comune di Catania, rischiano di restare disoccupati. Per risolvere il problema minacciano di gettarsi da un'impalcatura che guarda dritto alla stanza del primo cittadino Raffaele Stancanelli. Le accuse, registrate da Livesicilia, si commentano da sole: "Noi -dicono i dipendenti incatenati- vogliamo il posto di lavoro e non sappiamo se qualcuno si butta... da 7 anni e mezzo lavoriamo con la Catania Multiservizi, vogliamo il nostro posto, ce lo hanno promesso e ce lo siamo guadagnati sul campo".

I dipendenti aggiungono carne al fuoco: "Il signor sindaco Stancanelli e il signor Raffaele Lombardo, che è il suo padrone, devono venire qui a dirci in faccia quello che ci hanno promesso, perchè noi abbiamo fatto fior fior di campagne elettorali. Io e i miei colleghi abbiamo pagato il posto con i voti, lo abbiamo pagato facendo fior fior di campagne elettorali, io sono anche un tesserato Mpa e Raffaele Lombardo sicuramente dirà che non mi conosce, ma la verità è che lui sa, il puparo sa quello ha fatto...".