Live Sicilia

PALERMO, IL MINISTRO CANCELLIERI

"Gesip, nessuna novità"
Cisl: "Anticipiamo il tfr"


cancellieri, gesip, orlando, Palermo

Il ministro dell'Interno, Anna Maria Cancellieri, interviene sulla vicenda Gesip: "Non ci sono novità. Orlando protesta? Ognuno si assume le sue responsabilità". E la Cisl chiede l'anticipo del tfr.

VOTA
1.7/5
17 voti

PALERMO - "Gesip? Non ci sono novità, noi facciamo quello che possiamo. Lunedì alle 16 sarà convocato un tavolo in Prefettura". Il ministro dell'Interno Anna Maria Cancellieri, a Palermo per un progetto educativo antimafia promosso dal centro Pio La Torre, interviene sulla vicenda della società partecipata del capoluogo siciliano che ormai dal primo settembre è in astensione da lavoro e in attesa della cassa integrazione in deroga. "C'è stato un finanziamento dato dal ministero del Lavoro alla Sicilia per la Cig", ha aggiunto il ministro riferendosi ai primi 50 milioni già concessi da Roma.

E domani i lavoratori dovrebbero scendere in piazza. In teoria insieme al sindaco Orlando, che proprio la settimana scorsa al PalaUditore aveva lanciato un ultimatum al governo: in caso di mancata firma entro mercoledì dell'accordo a Roma e a Palermo, che garantirebbe gli ammortizzatori sociali ai 1800 dipendenti, il primo cittadino protesterà insieme a loro contro il governo Monti. Un'eventualità che il ministro Cancellieri ha commentato a mezza bocca: "Ognuno si assume le proprie responsabilità, ho già detto sui doveri di chi porta la fascia tricolore".

La responsabile del dicastero ha anche incontrato una rappresentanza dei lavoratori, al termine del convegno, e ha assicurato che al tavolo prefettizio si parlerà anche della società consortile. Nel mezzo, però, ci sono le elezioni regionali e torna lo spettro di manifestazione Gesip per le consultazioni.

"Le dichiarazioni del ministro - afferma Pietro La Torre della Uiltucs - purtroppo confermano che ancora non si è addivenuti a decisioni concrete e operative sulla problematica dei lavoratori della Gesip. Considerato che domani il sindaco ha riconvocato un nuovo incontro sulle problematiche, appare improbabile che domani possano pervenire risposte diverse rispetto a quelle oggi riferite dal ministro. Rimane pertanto centrale la convocazione di un tavolo che a parere della scrivente non può essere quello della prefettura che certamente non rifiutiamo ma quello interministeriale con la presenza di tutte le istituzioni e le parti sociali, dove vanno assunte determinazioni per il governo dell’intera partita che non può essere da un livello istituzionale all’altro facendo così aumentare le tensioni, la rabbia e la frustrazione tra i lavoratori. Auspichiamo che tale livello di confronto possa essere attivato nel più breve tempo possibile evitando così anche il gioco dello scarico delle proprie responsabilità sugli altri ormai divenuto insopportabile e pericoloso".

Silenzio, invece, dal sindacato Asia che attende invece di ascoltare domani le parole del sindaco Orlando.

CISL: "ANTICIPIAMO IL TFR"
"La Fisascat Cisl - si legge in una nota - in riferimento alla difficile situazione in cui versano i lavoratori della Gesip Palermo SpA e Gesip Servizi Srl, ha inviato in data odierna una nota al Liquidatore Gesip per chiedere che venga anticipato, nel minor tempo possibile il Tfr maturato da ogni dipendente". "Ritengo doveroso - afferma Mimma Calabrò - trovare delle soluzioni che possano dare una boccata d'ossigeno ai lavoratori al fine di rendere loro meno drammatica la vita familiare, alla luce del fatto che molti di essi sono monoreddito".