Live Sicilia

Catania

L'Assostampa: "Non partecipammo
a quell'incontro"


All'incontro per gli auguri di Natale 2011 sia i rappresentanti del sindacato dei giornalisti (Fnsi e Associazione siciliana della stampa) sia i consiglieri regionali e nazionali dell'Ordine decisero di non partecipare.

VOTA
0/5
0 voti

assostampa, Catania, spese provincia
CATANIA - All'incontro per gli auguri di Natale 2011 sia i rappresentanti del sindacato dei giornalisti (Fnsi e Associazione siciliana della stampa) sia i consiglieri regionali e nazionali dell'Ordine decisero di non partecipare "in segno di protesta contro lo svilimento del ruolo e dell’organico dell’ufficio stampa dell’Ente deciso dal presidente Castiglione". E' quanto si legge in una precisazione del segretario regionale dell'Assostampa, Alberto Cicero.

"I motivi di quella scelta furono indicati in un comunicato diffuso tramite le agenzie e ancor oggi visibile sul sito dell'Associazione Giornalismo siciliano", si legge nella nota

Questo il comunicato a cui fa riferimento Cicero:

"Non abbiamo nulla da festeggiare con chi nega il lavoro ai giornalisti senza avere il coraggio di affrontare una vera e propria trattativa sindacale. Il presidente Castiglione, facendosi forte della sua burocrazia ottusa e confusionaria, ha deciso di tagliare organico e funzioni dell’ufficio stampa dell’Ente, privando la Provincia Regionale di una funzione indispensabile per garantire la trasparenza degli atti amministrativi e assicurare un’ adeguata informazione ai cittadini. In questi anni l’Amministrazione non è mai riuscita a presentare una sola proposta organica al sindacato sul funzionamento e sulla struttura dell’ufficio stampa, limitandosi a promesse generiche e mai mantenute, ma al contrario vessando i giornalisti che per anni hanno lavorato garantendo un adeguato standard e professionale all’ufficio stampa. Frattanto però l’Amministrazione, che per una presunta mancanza di fondi ha lasciato senza lavoro dopo 15 anni il capo dell’ufficio stampa è riuscita a trovare le risorse per garantire comunque la visibilità del presidente e della sua attività seppure non direttamente collegata ai compiti istituzionali di rappresentante legale dell’Ente”.

 

In quella stessa data venne diffusa anche una nota del Gruppo Uffici stampa dell'Associazione:

"Il Gruppo uffici stampa Sicilia sostiene, condividendone le ragioni, la protesta attuata dai giornalisti di Catania, che hanno disertato la conferenza stampa per gli auguri di fine anno convocata dal presidente della Provincia, Giuseppe Castiglione. Una decisione scaturita dai tagli imposti all’ufficio stampa dell’Ente dallo stesso presidente Castiglione, che col tempo ne ha ridotto le funzioni e l’organico. Il caso più evidente è quello del collega Daniele Lo Porto, per 15 anni capo ufficio stampa, e al quale lo scorso gennaio non è stato più rinnovato l’incarico, rimanendo senza lavoro".

 

"Inutili, in tutti questi mesi, sono stati i tentativi dell’Assostampa di avviare un tavolo di trattativa con la Provincia di Catania, con il risultato che un Ente territoriale che amministra oltre un milione di abitanti distribuiti su 58 comuni non può garantire standard adeguati di comunicazione. La presenza degli uffici stampa nella pubblica amministrazione è una conquista di civiltà sancita da una legge nazionale risalente al 2000, per la quale la Sicilia ha fatto da apripista. L’assenza di un ufficio stampa adeguato si traduce in minore trasparenza dell’ente e in un danno ai cittadini, che si vedono privati del diritto di essere opportunamente informati".