Live Sicilia

Palermo

Poliziotti in piazza contro i tagli


Protesta delle sigle sindacali maggiormente rappresentative del comparto sicurezza (Siap, Silp, Cgil, Coisp, Anfp, Osapp, Sinappe, Confsal, Cgil fp). Nel Capoluogo manifestazione davanti alla sede della questura.

VOTA
0/5
0 voti

palermo, polizia, protesta, Palermo
PALERMO - Anche a Palermo il personale della polizia di Stato, della polizia penitenziaria e forestale con i vigili del fuoco, aderenti alle sigle sindacali maggiormente rappresentative del comparto sicurezza (Siap, Silp, Cgil, Coisp, Anfp, Osapp, Sinappe, Confsal, Cgil fp) manifesta davanti alla sede della questura contro "l'iniqua riforma del sistema previdenziale proposta dal ministro Fornero che prevede un innalzamento dell'età media", dice Luigi Lombardo, segretario provinciale Siap di Palermo.

La protesta è anche contro la legge di stabilità del 2013, in corso di approvazione da parte del parlamento, "con cui il governo - aggiunge Lombardo - continua a creare penalizzazioni e danni ai lavoratori pubblici, poiché conferma il blocco del turn-over al 20% per il triennio 2012-2014 e al 50% per l'anno 2015 con una riduzione degli organici di ben oltre 18.000 unità per le forze di polizia , circa 6.000 per la sola polizia di stato e altrettante per la polizia penitenziaria".

I poliziotti protestano anche contro il mancato stanziamento delle risorse necessarie e contro l'ipotesi di soppressione delle questure e delle prefetture, conseguente alla soppressione delle province. "Non è accettabile avere poliziotti sempre più vecchi e meno sicurezza per i cittadini - conclude Lombardo - così come non sono condivisibili le penalizzazioni che si vorrebbero applicare agli operatori che, una volta raggiunto il limite della contribuzione massima per la pensione di anzianità, a causa del lavoro usurante che fanno sono obbligati a lasciare il servizio".