Live Sicilia

Ma Musumeci lo avverte: "Si fermi qui"

Altro che "passo indietro"
Oteri prosegue la sua campagna


elezioni regionali, musumeci presidente, placido oteri, Politica

Dopo la notizia diffusa da Live Sicilia di una sua condanna per tentata estorsione, Placido Oteri, candidato a Messina nella lista "Musumeci presidente" aveva pubblicamente annunciato: "Sospendo la mia campagna elettorale". E invece, ha persino comprato uno spazio sul giornale per pubblicizzare il suo "Open day".

VOTA
1.5/5
10 voti

Altro che passo indietro. Altro che sospensione della campagna elettorale. Placido Oteri va avanti. Nonostante l'invito, giunto direttamente dal candidato alla presidenza Nello Musumeci, di farsi da parte, dopo la notizia, raccontata da Live Sicilia, di una sua recente condanna a sei anni per tentata estorsione.

Oteri, invece, inserito nella lista “Musumeci presidente” a Messina, va avanti. E ha addirittura acquistato uno spazio su un quotidiano regionale per promuovere il suo “Open day”, in programma ieri dalle 19 al ristorante “Torre Faro di Messina”. Ma anche in questo caso, non s'è fatta attendere la reazione del candidato Nello Musumeci, oggi a Palermo per la conferenza stampa di chiusura della sua campagna elettorale.

"Apprendo che in questi giorni il candidato all'Assemblea Regionale Oteri, - ha detto - della coalizione in provincia di Messina, continua ad organizzare eventi elettorali. Lo invito a dare seguito alla volontà espressa pubblicamente di sospendere la propria campagna elettorale”. E non solo. Musumeci affonda: “Se dovesse dare seguito a queste attività, saremo costretti a chiedere espressamente al nostro elettorato di non votarlo”.

E la volontà di Oteri di fare un passo indietro, si ricorderà, era stata pubblicamente espressa attraverso una lettera inviata proprio al nostro giornale, che aveva sollevato il caso: “Mi scuso pubblicamente con il presidente Musumeci – ha scritto dodici giorni fa il candidato a Live Sicilia - e con gli altri candidati per il danno arrecato da queste notizie in una campagna elettorale avvelenata da un clima surreale. Essendo stato sempre un lavoratore onesto e rispettoso delle leggi oggi mi sento a disagio e Le chiedo almeno la cortesia di comunicare, attraverso il suo giornale, la mia intenzione di sospendere la campagna elettorale”. Noi l'intenzione l'abbiamo comunicata. Ma la campagna elettorale, a quanto sembra, va avanti lo stesso.