Live Sicilia

LA VERTENZA

Palermo, il bar Alba chiede
la mobilità per 10 dipendenti


Aperte le procedure di mobilità per dieci dipendenti della storica pasticceria Alba. L’azienda dichiara perdite troppo forti per poter continuare a mantenere gli attuali livelli occupazionali.

VOTA
1/5
6 voti

don bosco, licenziamenti, mobilità, palermo, pasticceria alba, piazza, Economia
Marianna Flauto

Marianna Flauto



PALERMO - Neanche i dolci sopportano la crisi. La pasticceria Alba, di piazza Don Bosco, ha aperto le pratiche per avviare le procedura di mobilità per dieci dei suoi dipendenti. L’azienda, che attualmente conta 43 lavoratori, dichiara che l’esubero di personale è il risultato di diverse situazioni. Tra la generale crisi dei consumi e le mutate condizioni aziendali nelle prospettive per il futuro e i costi legati al personale, almeno per il momento, non sono più sostenibili per l’azienda. Ma i licenziamenti non sono una certezza. Sembra, infatti, che la società si incontrerà con i sindacati per pianificare delle diverse soluzioni, lasciando intendere di essere disponibile a salvaguardare i posti di lavoro.

La mobilità è stata richiesta, come riporta il Giornale di Sicilia, per quattro dipendenti uomini e sei donne. Per l’azienda il provvedimento risulta inevitabile per assicurare alla maggior parte del personale la stabilità lavorativa raggiunta. Infatti, l’azienda dichiara che per l’esercizio in corso, fino al 30 settembre, i ricavi sono stati inferiori di 400 mila euro rispetto allo stesso periodo del 2011.  La situazione, dichiara  il legale della società, potrebbe anche peggiorare se non verranno rivisti alcuni dei costi dell’impresa tra cui quelli per il personale. Nella dichiarazione rilasciata al quotidiano locale, Marianna Flauto della Uiltucs, invita a mantenere una visione ottimistica ed a sperare per il mantenimento dei livelli occupazionali e l'uscita dalla crisi.