Live Sicilia

Comune

Catania, giallo sui documenti
spariti dalla stanza dei revisori


Gli atti riguardavano il bilancio 2011. “Non è la prima volta che non si trovano delle carte - spiega a Livesicilia Massimiliano Lo Certo, uno dei tre componenti dell’organo di revisione - ma prima era comprensibile perché condividevamo la stanza con altri”.

VOTA
1/5
5 voti

bilancio 2011, Catania, revisori dei conti, spariscono documenti, Catania
CATANIA - Dalla stanza dei revisori dei Conti del Comune di Catania sono spariti alcuni documenti relativi al rendiconto 2011 e, in particolare, ai residui attivi e ai debiti fuori bilancio. Si tratta delle due voci principali che hanno portato il collegio a dare parere negativo per ben due volte, per la presenza di alcune incongruenze e per l’impossibilità di "attestare la corrispondenza del rendiconto alle risultanze della gestione”.

“Non è la prima volta - spiega a Livesicilia Massimiliano Lo Certo, uno dei tre componenti dell’organo di revisione – che non si trovano delle carte, ma prima era comprensibile perché condividevamo la stanza con altri”. Adesso, invece, i revisori una stanza per riunirsi l’hanno ottenuta e ricordano di aver lasciato i fogli in questione sopra il tavolo. “In ogni caso – specifica Lo Certo – il nostro lavoro si è concluso e il nostro parere era e rimane non favorevole”.

I revisori si riuniranno martedì prossimo per discutere e analizzare, tra le altre cose, proprio la scomparsa delle carte dalla loro stanza, ma l’episodio lancia ulteriori ombre sull’intera vicenda, che ha già attirato l’attenzione della Procura, che, come rivelato da Livesicilia, ha disposto il sequestro di tutti gli atti relativi alle convocazioni del collegio dei revisori dei conti. In questo momento, il bilancio del 2011, oltre ad essere stato bocciato dai revisori, non è passato al vaglio del Consiglio comunale.