Live Sicilia

ELEZIONI UCRAINA

Flop di Schevchenko
Il suo partito fermo all'1,6%


Il suo partito non supera il 5% di sbarramento. Gli ucraini, al voto ieri per le legislative, non hanno premiato l’ex stella del Milan Andriy Schevchenko: il suo partito Ucraina Avanti! Prende l’1,6%. Vince il presidente uscente Viktor Yanukovic (30%), seguito dall'ex premier Julia Tymoshenko (23,9).

VOTA
0/5
0 voti

elezioni, kiev, politiche, schevchenko, ucraina
Andriy Shevchenko

Andriy Shevchenko



KIEV - Come fece nel 1994 il patron della squadra in cui per anni ha brillato, Andriy Schevchenko, Pallone d’oro 2004, era “sceso in campo”. L’ex goleador del Milan si era candidato  alle elezioni legislative in Ucraina, seguendo l’esempio del suo ex compagno di squadra Kalazde, eletto al parlamento georgiano. Ma il suo partito Ucraina avanti, Ukraïna – Vpered è rimasto abbondantemente sotto la soglia di sbarramento prevista per l’ingresso al parlamento, il 5%, portando a casa appena l’1,6%.

Non era l’unico sportivo in gara: l’ex pugile campione del mondo Vitali Klitschko, si è candidato con la sua formazione Udar.  Ma in questo caso gli ucraini hanno premiato l’outsider della politica: Klitschko ha incassato un sorprendente 14,7%, piazzando Udar si all’opposizione, ma al terzo posto sul podio dei partiti nazionali.

Stabili sui primi due gradini i competitor di sempre: il presidente uscente Viktor Yanukovic ha preso il 30%, mentre l'ex premier Julia Tymoshenko, nonostante la condanna al carcere e l’attuale ricovero in ospedale, ha raccolto il 23,9%. A superare la soglia di sbarramento i due partiti estremisti: la destra ultranazionalista di Svoboda (12,3%) e i comunisti (11,8%).