Live Sicilia

IMMIGRAZIONE

Un altro cadavere in mare


Ritrovato un cadavere in mare. Il corpo è stato scoperto da alcuni pescatori che hanno avvertito la capitaneria di corpo che ha effettuato il recupero. Potrebbe essere il cadavere di uno dei tunisini dispersi durante un naufragio.

VOTA
0/5
0 voti

agrigento, immigrazione, lampedusa, sbarchi, Agrigento
Migranti

Migranti



LAMPEDUSA -  Un cadavere è trovato in mare a Lampedusa nelle prossimità di Cala Pulcino. Potrebbe essere il corpo di uno dei tunisini dispersi durante un naufragio. Il cadavere è stato avvistato da alcuni pescatori che ne hanno segnalato la presenza agli uomini della capitaneria di porto che lo hanno recuperato.

L'ultima tragedia del mare risale al 6 settembre scorso. In quell'occasione le motovedette recuperarono sull'isolotto di Lampione 56 superstiti che raccontarono di essere scampati al naufragio di un barcone sul quale viaggiavano un'altra ottantina di migranti.

Ma le ricerche dei dispersi consentirono di ripescare solo sei cadaveri, tanto da mettere in dubbio la versione dei sopravvissuti. Anche perché del "barcone della morte" non vi era alcuna traccia. Adesso l'imbarcazione colata a picco sarebbe stata localizzata dai pescatori di Lampedusa. La zona è quella dove il 12 ottobre scorso un motopesca ha recuperato l'ultimo cadavere, rimasto impigliato nelle reti.