Live Sicilia

MILANO

Uccisi nella notte
due cittadini albanesi


Due giovani albanesi sono stati uccisi mentre rientravano in sella alle loro biciclette da killer armati di pistola e fucile a pallettoni. Da chiarire le cause dell’esecuzione, al momento si pensa ad un regolamento di conti.

VOTA
0/5
0 voti

abbiategrasso, albanesi, milano, omicidi
ABBIATEGRASSO -  Due uomini, di nazionalità albanese, Ndue Bruka e Alban Medha, rispettivamente zio e nipote di 51 e 27 anni, sono stati freddati poco dopo la mezzanotte in una sparatoria in viale Mazzini. I due, che stavano rientrando a casa in sella alle loro biciclette, sono stati raggiunti da colpi mirati alla testa e all’addome dai killer che, dai primi rilievi, sembrerebbe abbiano utilizzato una pistola semiautomatica e un fucile a pallettoni.

Le vittime, entrambe con piccoli precedenti penali alle spalle, sono rimaste a terra agonizzanti. Uno di loro all'arrivo dei soccorsi respirava ancora. Sono, tuttavia, risultati vani i tentativi di rianimarli da parte dei soccorritori del 118. Adesso gli investigatori della procura di Vigevano stanno indagando sulle loro vite per capire cosa possa aver portato all’uccisione, anche se la modalità dell’esecuzione lascia pensare a un regolamento di conti, restano, però, da chiarire le ragioni.