Live Sicilia

Priolo

Benzina troppo cara in Sicilia
Parte la campagna del Pds


benzina, Mpa, pds, Priolo, Politica, Siracusa

Gli autonomisti sulle barricate contro il caro carburante. L'Isola è il maggior produttore di greggo in Italia. Chiesta al governo la riduzione delle accise

VOTA
3/5
15 voti

PRIOLO-
La Sicilia è il maggior produttore di greggio d'Italia e contemporaneamente la Regione con il maggior tasso di inquinamento e patologie da idrocarburi. Ma è anche la Regione dove la benzina, paradossalmente, costa di più. Parte da questa premessa la campagna lanciata oggi dal Partito dei Siciliani per la riduzione del prezzo dei carburanti alla pompa attraverso l'abbattimento delle accise.

Con una conferenza stampa svoltasi a Priolo Gargallo (Siracusa), presso la Portineria Nord della Raffineria Erg (ex Agip), il coordinatore regionale Rino Piscitello, il capogruppo alla Camera dei Deputati Roberto Commercio ed i deputati regionali Vincenzo Figuccia e Toti Lombardo hanno rivolto un appello ai cittadini siciliani e ai parlamentari di tutti i partiti affinché si costituisca un fronte comune per chiedere al Governo una sensibile riduzione delle accise, volta a ridurre in Sicilia il costo del carburante alla pompa per renderlo più sostenibile per famiglie ed imprese, e a compensazione dei gravissimi danni procurati dalle grandi raffinerie siciliane (che raffinano il 42% del greggio italiano) all’ambiente e alla salute dei cittadini..

“Parte oggi - ha spiegato il coordinatore regionale Piscitello - una campagna su un tema di grande impatto sociale a difesa dei diritti dei cittadini siciliani. Nelle settimane successive alle festività promuoveremo manifestazioni davanti a tutte le raffinerie siciliane, ed in quella occasione avanzeremo una proposta di legge di iniziativa popolare da consegnare al prossimo parlamento nazionale per la riduzione del costo del carburante alla pompa in Sicilia attraverso il taglio delle accise. E’ su proposte di questo tipo che si misura l’interesse dello Stato nei confronti della nostra Regione”.

“Nei giorni scorsi – ha dichiarato Commercio - un importante risultato è stato raggiunto alla Camera con l’accoglimento da parte del Governo di un ordine del giorno presentato dal Partito dei Siciliani, proprio per ridurre le accise in Sicilia. Ci auguriamo che venga attuato e che il Governo mantenga gli impegni assunti. I parlamentari del Partito dei Siciliani vigileranno con tutti i mezzi a loro disposizione affinchè ciò accada”.

I deputati regionali presenti hanno assunto l’impegno di chiedere a tutti i colleghi deputati nel giorno dell’insediamento dell’Ars di sottoscrivere il documento proposto dal Partito dei Siciliani sulla riduzione delle accise in Sicilia, per trasformare questa iniziativa in battaglia comune di tutto il Parlamento regionale.