Live Sicilia

DOMICILIARI RIFIUTATI

Sallusti rifiuta i domiciliari
E arriva la polizia


Alessandro Sallusti ha deciso di costituirsi al San Vittore, ma la polizia è arrivata stamattina alla sede del Giornale e l'ha prelevato per portarlo ai domiciliari, tra gli applausi dei colleghi.

VOTA
0/5
0 voti

carcere, portato via da polizia, SALLUSTI, sallusti rifiuta domiciliari

Alessandro Sallusti



MILANO -
Alessandro Sallusti è stato portato via dalla polizia questa mattina, prelevato dalla sede del Giornale in via Negri a Milano. Sallusti ha rifiutato gli arresti domiciliari, dichiarando di volersi consegnare al San Vittore pur di non vedere la sede del Giornale violata. Ma la polizia è arrivata alla sede del quotidiano e ha prelevato il direttore, portato via tra gli applausi dei colleghi, per portarlo a casa.

L'appello di Sallusti era stato lanciato su Twitter, dove ha postato «Voi non violate la sede del Giornale, io mi consegno a San Vittore e poi fate quel che volete». Il direttore della testata ha dichiarato che la sua è una provocazione politica: era stato condannato a un anno e due mesi, in successiva il giudice di sorveglianza aveva disposto la detenzione domiciliare, ma ha deciso di rifiutare la sentenza e di richiedere il carcere. La direzione del Giornale adesso è nelle mani di Nicola Porro.