Live Sicilia

LE PRIMARIE NEL CAPOLUOGO

Bersani avanti su Renzi
Affluenza in calo alle urne


Circa metà i seggi scrutinati a Palermo e provincia. Il segretario del Pd è in testa con un dato vicino al 65%. In calo l'affluenza anche oltre il 20%.

VOTA
0/5
0 voti

bersani, palermo, primarie, renzi, Palermo
PALERMO – La prima domenica d'inverno è quella che in Sicilia segna la data del ballottaggio per le primarie del centrosinistra. A Palermo l'affluenza è calata, anche se le cifre ballano. Una generalizzata disaffezione verso le urne è stata tangibile, presumibilmente fra gli elettori dei candidati che non hanno superato il primo turno. Non mancano poi gli elettori poco soddisfatti dalla polemica fra Renzi e Bersani che ha contraddistinto la settimana.  Ad ogni modo in città e provincia il segretario del Pd ha fatto breccia fra gli elettori, il suo dato oscillerebbe intorno al 65%. Confermato ufficiosamente invece il dato sull'affluenza dato nel pomeriggio da alcuni esponenti del Pd: a Palermo dovrebbe aver votato il 20% in meno degli elettori della prima tornata, per cui circa 23 mila.

Stesso trend su base regionale, dove l'affluenza è ugualmente in discesa. Sono stati invece diversi i casi di elettori presentatisi ai seggi senza aver ricevuto l'ok alla registrazione. Alcuni infatti si sono presentati unicamente con la mail ricevuta dal sito domenicavoto.it, venendo rispediti al mittente dai presidenti dei seggi. Sono state 1759 le richieste inoltrate dalla fondazione che fa riferimento allo staff di Renzi: di queste appena 32 sono state accettate. Di certo un numero che non fa muovere il dato delle preferenze né tanto meno quello dell'affluenza.