Live Sicilia

Barcellona Pozzo di gotto

Delitto Isgrò
Interrogati i familiari


Gli assassini hanno agito con freddezza, col volto coperto da un passamontagna, bruciando l'auto rubata per non lasciare tracce. E tutto ciò richiama alle modalità di sicari della criminalità organizzata

VOTA
5/5
1 voto

giovane, interrogatorio, isgrò, messina, nania, ucciso, Messina
MESSINA - Ancora non e' stata imboccata una pista precisa per l'omicidio di Giovanni Isgro', 22 anni, ucciso ieri sera con colpi di pistola e di fucile davanti al salone da barba 'Hair fashion' dove si e' rifugiato dopo essere stato ferito, in una zona trafficata e non lontano dal cinema Corallo in via Garibaldi a Barcellona Pozzo di Gotto (Me). Isgro' non ha precedenti penali, e' figlio di un ingegnere e un'insegnante. Indagano i carabinieri su delega del sostituto procuratore di Barcellona PdG Fabio Sozio. I killer dopo aver sparato alcuni colpi ferendo la vittima al petto, alla schiena e a un fianco, sono fuggiti su un'auto che e' stata poi ritrovata bruciata in una zona al confine con Milazzo.

Gli assassini hanno agito con freddezza, col volto coperto da un passamontagna, bruciando l'auto rubata per non lasciare tracce. E tutto cio' richiama alle modalita' di sicari della criminalita' organizzata. Sono stati interrogati alcuni testimoni oculari e i familiari della vittima. Il senatore Domenico Nania dice: 'L'omicidio del giovane Giovanni Isgro' e' una barbarie. Esprimo tutta la mia solidarieta' alla famiglia Isgro' e confido nella giustizia e negli sforzi delle forze dell'ordine e degli inquirenti che stanno lavorando per fare al piu' presto luce su questa vicenda dai contorni indefiniti. Mi auguro che la citta' sappia reagire con una risposta forte e significativa a coloro che vogliono riportarla indietro al clima degli anni '80 e '90'.