Live Sicilia

CALCIO GIOVANILE OLANDESE

Adolescenti ammazzano
il guardalinee a calci


aggressione, amsterdam, guardalinee, olanda

Tre giovani calciatori aggrediscono a calci e pugni il guardalinee. L'uomo, quarantenne, è stato ricoverato subito all'ospedale dove è stato dichiarato clinicamente morto dopo poche ore. La polizia olandese ha già arrestato i tre ragazzi.

VOTA
1/5
1 voto

AMSTERDAM - Il paese dei tulipani è sconvolto da quanto accaduto durante una gara di calcio giovanile. Un guardalinee, genitore di uno dei giovani in campo, è stato aggredito e massacrato da un gruppo di calciatori adolescenti. I medici hanno dichiarato Richard Nieuwenhuizen, quarantunenne, clinicamente morto. Gli aggressori, tre giovani quindicenni, sono stati arrestati dalla polizia olandese ad Almere.

L
a violenta aggressione al guardalinee è avvenuta domenica, durante un incontro amichevole tra la Nieuw Sloten e i Buitenboys, padroni di casa. Alla fine del match, durante il quale il guardalinee aveva ricevuto insulti e offese, i tre ragazzi hanno colpito con calci e pugni Richard Nieuwenhuizen fino a ridurlo in fin di vita. Nonostante l'uomo fosse a terra inerme i tre ragazzini hanno continuato a colpirlo con calci in faccia ed in altre parti del colpo.

Una volta rialzatosi in piedi, l'uomo ha subito perso le forze crollando a terra. Ricoverato d'urgenza all'ospedale le condizioni del guardalinee sono state subito chiarissime: dopo poco ne è stata dichiarata la morte celebrale. Edith Schippers, ministro olandese dello sport, ha definito la vicenda assolutamente orribile ed ha assicurato una forte reazione delle istituzioni contro questo genere di azioni. La stessa federazione olandese di calcio, Knvb, ha condannato l'accaduto denunciando una frequenza molto elevata di episodi simili in tutto il calcio giovanile olandese. La squadra in cui militavano i tre ragazzi, la Nieuw Sloten, intanto si è ritirata dalla competizione ed ha escluso i tre ragazzi dalla rosa.