Live Sicilia

Giovani e politica

"Meritiamolo" va avanti
Ecco le proposte per la Sicilia


L'iniziativa promossa da giovani appassionati di politica per promuovere la cultura del merito, dopo Venezia e Palermo ha fatto tappa a Roma. Ribaudo: "Ecco le nostre proposte per la Regione"

VOTA
4.2/5
18 voti

PALERMO-
Prosegue l'avventura di "Meritiamolo", che l'1 dicembre è giunto alla sua terza tappa a Roma, coordinata nel pomeriggio dal Direttore del Tg2 Marcello Masi. "Fate e dite cose che nessun altro fa e dice - ha detto Masi ai giovani appassionati di politica che si sono riuniti nella Capitale dopo le tappe di Venezia e Palermo -. Mi ritrovo nelle vostre idee, da oggi avete un direttore di un tg nazionale che vi segue e questa è anche una minaccia".

"Meritiamolo" in Sicilia rende pubbliche alcune delle proposte emerse nell'appuntamento palermitano del 10 novembre: "In una regione dove il pubblico ha sempre invaso ogni sfera economica, il 10 novembre è emersa la voglia di iniziativa privata di tanti giovani ma perchè ciò accada occorre abbattere i mille ostacoli della burocrazia regionale: meno pubblico, più privato, più concorrenza, meno assistenzialismo, semplificazione e trasparenza procedimenti amministrativi a volte occasione di corruzione, agenda digitale per la Sicilia, sostegno alle start up, le Camere di Commercio sempre più uffici disbrigo pratiche diventino incubatori di impresa diffusi sul territorio. Sull'ambiente: recupero e valorizzazione aree agricole, meno consumo di suolo e recupero aree dismesse, censimento terreni demaniali abbandonati e cessione a giovani imprenditori. Facciamo inoltre nostra una proposta di Fermare il Declino: gli Enti di Formazione vengano remunerati in base ai risultati raggiunti in termini di occupazione e lavorino in sinergia con le aziende. Queste solo alcune delle proposte emerse", dichiara Doriana Ribaudo fra i promotori di Meritiamolo in Sicilia. "Il nostro simbolo è il cuore, simbolo del Ppe. Domenica abbiamo presentato Meritiamolo anche a Marsala, vogliamo che il nostro manifesto sul merito si diffonda ovunque al di là degli steccati dei partiti, vogliamo essere uno tsunami contro la mediocrità di tanta nostra classe dirigente" a dichiararlo Giulio Incardona. Oggi in gara per la quarta tappa di Meritiamo le città Bolzano, Bologna, L'Aquila e Milano.