Live Sicilia

trabia

Sparano ad un randagio
privandolo di una zampa


A Trabia un randagio è stato colpito da una fucilata alla zampa anteriore sinistra e poi abbandonato in mezzo alla strada. Soccorso dopo diverse ore da due volontari, al cane è stata amputata la zampa.

VOTA
1/5
5 voti

gregory, randagio, sparo, trabia, Palermo
Il cane ferito con una fucilata (Foto Gea Press)
TRABIA (PA) - È successo a Trabia, nella contrada Sant'Onofrio nella notte tra venerdì e sabato scorso. Secondo quanto riportato dall'agenzia di stampa Gea Press, ignoti avrebbero avvicinato la canna di un fucile da caccia alla zampa anteriore sinistra del cane, un incrocio di Rottweiler, e quindi premuto il grilletto. Il cane è stato poi abbandonato in queste condizioni sul ciglio della strada per diverse ore, finché non è stato soccorso da alcuni volontari. A recarsi sul posto sono stati Giuseppe Purpi, volontario LIDA (Lega Italiana dei Diritti degli Animali) e Laura Muriella, delle guardie ambientali, allertati da un passante.

Il cane è stato prontamente portato in ambulatorio, dove i veterinari non hanno avuto altra scelta che quella di amputargli la zampa. Gregory, come è stato chiamato dai volontari, adesso sta bene e ha riacquistato la voglia di giocare. Ma i volontari che l'hanno soccorso intendono rivalersi sul Comune per le spese sostenute. In teoria infatti dovrebbe essere il Comune ad occuparsi della cura ed assistenza dei randagi, ma troppo spesso, denunciano gli animalisti, se ne dimentica. Il sospetto è che la fucilata contro Gregory rappresenti un modo, brutale ma sbrigativo, per affrontare il problema del randagismo.