Live Sicilia

DELITTO SCAZZI

Misseri confessa:
"L'ho uccisa con la corda"


caso, misseri, sarah, scazzi, zio michele

Il contadino di Avetrana ha confessato questa mattina di essere colpevole dell'omicidio di Sarah Scazzi. Il suo legale rimette il mandato

VOTA
0/5
0 voti

TARANTO- Michele Misseri ha confessato di essere l'unico colpevole dell'omicidio di Sarah Scazzi. Subito dopo il suo difensore Armando Ippolito ha rimesso il mandato. Misseri ha affermato che non è stata sua figlia Sabrina ad uccidere Sarah. Il contadino, secondo quanto è emerso dal suo racconto, avrebbe stretto con forza la ragazza fino a farla morire. Poi, con una tecnica che ha appreso in Germania, ha premuto con le dita sugli occhi della giovane per accertarsi dell'avvenuta morte.

Il contadino ha sottolineato di aver cercato più volte di far trovare il telefonino di Sarah. In un primo momento l'ha lasciato davanti la caserma dei carabinieri, in seguito l'avrebbe portato in una stazione di servizio di Manduria. La terza volta l'ha lasciato nei pressi di un autolavaggio vicino casa di Ivano.

Dell'omicidio non sapeva niente nessuno, ha raccontato in aula Misseri, nemmeno Cosima e Sabrina. L'uomo ha anche provato a suicidarsi con un potente veleno. Rispondendo alle domande di Franco Coppi, Misseri ha affermato che tutte le versioni in cui ha accusato la figlia Sabrina sono false. In aula era anche presente Concetta Serrano, madre di Sarah Scazzi.