Live Sicilia

AGRIGENTO

Trovato cadavere bruciato
Privilegiata l'ipotesi dell'omicidio


I carabinieri di Agrigento hanno identificato il corpo parzialmente bruciato di Francesco Vasile, pensionato di 71 anni residente nella zona del Cimitero, in contrada San Marco. Gli inquirenti indagano sul decesso.

VOTA
1/5
1 voto

agrigento, cadavere, morto, pernsionato, Agrigento, Cronaca
AGRIGENTO - Il cadavere di un pensionato di 71 anni, parzialmente bruciato, è stato trovato nella tarda serata di ieri in contrada San Marco, nella zona della Valle dei Templi, ad Agrigento. I carabinieri lo hanno identificato in Francesco Vasile, residente nella zona del Cimitero di Agrigento, noto alla comunità perché trasportava bombole di gas.

Del fascicolo d'inchiesta si sta occupando il sostituto procuratore Luca Sciarretta, che nelle prossime ore disporrà l'autopsia per accertare come l'uomo sia morto prima di essere stato bruciato: apparentemente non si rilevano, infatti, tracce di arma da fuoco. A lanciare l'allarme è stato un turista di passaggio.

Probabile omicidio
Si fa strada la pista dell'omicidio per rapina dopo il ritrovamento del cadavere di Francesco Vasile, sotto il cavalcavia della rete ferroviaria nella tratta Agrigento-Porto Empedocle, in contrada San Marco, nelle vicinanze del museo archeologico regionale Griffo. I carabinieri, che stanno scavando nella vita dell'anziano, celibe, non escludono però un'eventuale pista passionale. L'autopsia sarà eseguita domani nella camera mortuaria dell'ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento.